''BALENA BLU'' ANCHE IN ABRUZZO? UNA
SEDICENNE DI PESCARA TENTA IL SUICIDIO

Pubblicazione: 19 maggio 2017 alle ore 11:03

PESCARA - L’assurdo, terrificante gioco mortale della Balena blu, che porta giovani plagiati on line fino al suicidio, potrebbe essere arrivato anche a Pescara. Gli inqiutienti stanno infatti indagando sul caso di una sedicenne ricoverata giovedi all’ospedale  Santo Spirito con segni di autolesionismo al braccio. A darne notizia il quotidiano Il Messaggero. Dalle testimonianze raccolte presso le amiche risulterebbe che la 16enne abbia espresso l’intenzione di gettarsi dall’ottavo piano di un palazzo. E sarebbe entrata in contatto tramite whatsapp  con un gruppo di seguaci del gioco “blue whale”, che tradotto in italiano significa letteralmente #balena blu, un gioco che tramite regole ben precise porta al suicidio. L'inventore, sarebbe un ragazzo russo, che nel suo paese ha creato un macabra moda che sta purtroppo mietendo diverse vittime.

La 16 enne è stata ora trasferita a Salesi, nel reparto di neurochirurgia infantile.

Gli inquirenti, con la collaborazione della Polizia postale stanno cercando di capire chi può averla attratta nella trappola, attraverso il vaglio dei suoi contatti on line. Sull’indagine vige però come ovvio il massimo riserbo.

Gli adolescenti che iniziano il gioco si interfacciano con un "curatore", cioè colui che detta le regole volta per volta, chiedendo anche delle prove dell'avvenuta esecuzione di quanto chiesto, ed eccovi le 50 regole da rispettare, un'atrocità senza senso. La prima richiesta che viene effettuata al giocatore è incidersi sulla mano con il rasoio "f57", la seconda regola è svegliarsi alle 4 del mattino e guardare un film dell'orrore che sarà inviato direttamente dal curatore, passando per tagli lungo le vene, incisioni sulle gambe, alzarsi in piena notte ed andare all'ultimo piano di un palazzo molto alto, guardare film dell'orrore per un giorno intero, ascoltare della musica inviata dl curatore, tagliarsi il labbro.

Viene chiesto durante molte regole di procurarsi dolore, la regola 17 recita di andare sul tetto del palazzo più alto e state sul cornicione per un po' di tempo, la 18 chiede di andare su un ponte e stare sul bordo. E ancora salire su una gru, fino ad arrivare agli ultimi giorni dove viene richiesto di svegliarsi alle 4 e 20 guardare film horror, ascoltare la musica che viene inviata, ed incidersi il corpo. L'ultima regola, la numero 50 chiede di saltare da un edificio alto, solo così si prenderà la propria vita.


Va però detto che  c'è chi sostiene che la Balena blu è in realtà una bufala di caratura mondiale.

Nel paese sovietico il suicidio tra gli adolescenti è una piaga che esiste da anni: ogni anno si uccidono 1700 ragazzi tra i 15 e i 19 anni, e non ci sarebbero prove attendibili che questi suicidi siano causati da occulte regie capaci di plagiare le vittime.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui