''CI VEDIAMO A GRIMALDI'',
RIAPRE UNA GIOIELLERIA
NEL CUORE DELL'AQUILA

Pubblicazione: 12 aprile 2016 alle ore 19:19

Palazzo Ciolina riscoperto

L’AQUILA - Una gioielleria ai Quattro cantoni dell’Aquila, nel locale commerciale che per decenni ha ospitato “Grimaldi” a palazzo Ciolina, per contribuire alla piena rinascita del centro storico del capoluogo.

Protagoniste due note famiglie di commercianti aquilani, quelle che fanno capo agli imprenditori Luca Grimaldi e Ugo Mastropietro.

Grazie alla loro intesa, viene spiegato in una nota, presto nello storico negozio nel cuore della città vecchia nascerà una prestigiosa gioielleria che punta a divenire un nuovo punto di riferimento della L’Aquila del futuro.

L’attività commerciale sorgerà nella suggestiva location che dagli anni Cinquanta è di proprietà della famiglia Grimaldi, all’intersezione corso Vittorio Emanuele e corso Principe Umberto, gli antichi cardo e decumano, che ha ospitato nel tempo la vendita di diverse tipologie di prodotti: dischi, telefonia, elettrodomestici.

Un punto di riferimento della città pre-sisma, tanto che generazioni di adolescenti erano solite darsi appuntamento, il sabato, “a Grimaldi”.

“Sono estremamente contento di aver finalmente trovato un partner con un progetto serio e idee chiare e di qualità - dice Luca Grimaldi - Finora ero stato sempre contattato da persone intenzionate a ad aprire locali per l’intrattenimento, come bar o simili, o da multinazionali non troppo convinte della rinascita della città”.

“Spero, invece, che questo progetto possa rappresentare uno stimolo per altre iniziative di qualità che possano contribuire a una reale riqualificazione del centro storico con attività di prestigio e non soltanto con l’intrattenimento notturno - prosegue - Non bisogna badare al canone di locazione che, comunque, sarà calmierato per favorire l’iniziativa e contribuire a ridare vita al cuore della città”.

Grimaldi confessa di aver voluto “a tutti i costi che lì tornasse un'attività commerciale, è quello che serve alla città! Un particolare ringraziamento va alla ditta Cingoli che si sta occupando del restauro dello storico Palazzo Ciolina e che si è resa immediatamente disponibile a supportare questo coraggioso e ambizioso progetto - rimarca - mettendo a disposizione il suo staff e il suo know-how, anche attraverso professionisti di estremo valore come l’ingegner Sergio De Paulis e l’architetto Vincenzo Ciolina”.

“Abbiamo un progetto ambizioso per fare di quel locale un punto di riferimento di livello nazionale per la gioielleria e il lusso - svela Ugo Mastropietro, già titolare di una gioielleria al Torrione e produttore a Valenza - Abbiamo ricevuto adesioni convinte dalle principali aziende mondiali del settore che credono nel progetto e soprattutto nel rilancio della città”.

“Essendo presente nel comparto della produzione, posso dire che il settore è in grande ripresa: oggi non si riesce a soddisfare tutta la richiesta - conclude - Provo una grande emozione nel poter tornare a vivere il centro: un progetto coinvolgente e coraggioso, di ampio respiro, che vedrà impegnati tutto il mio staff e la mia famiglia”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui