• Abruzzoweb sponsor

''GLI ARCHITETTI ILLUMINANO L'AQUILA''': SUCCESSO PER PERCORSO LUCI ALLA SCOPERTA DEI PALAZZI RESTAURATI

Pubblicazione: 07 ottobre 2019 alle ore 12:12

L'AQUILA - Successo di pubblico per l'iniziativa “Gli architetti illuminano la città”, realizzata dall'Ordine degli architetti della provincia dell'Aquila in collaborazione con il Comune per il decennale del sisma. In migliaia, lo scorso week end, hanno ammirato l'installazione, finanziata con 22mila euro di fondi Restart, seguendo il percorso luminoso disegnato nel cuore del centro storico, come un ideale filo conduttore tra passato e rinascita.

Oltre 300 luci di architettura – utilizzate appositamente per lavorizzare e impreziosire palazzi, facciate, bifore, antiche balconate, stemmi e portali, in un sosseguirsi di mutazioni cromatiche che hanno accarezzato gli edifici restituiti alla vita.

A contrasto, gli aggregati non ancora ricostruiti, con luci di fuoco che filtrano tra le colonne dei Portici, in ricordo della zona rossa del post-terremoto, illuminano scarlatte l'orologio della Torre civica di palazzo Margherita, fermo alle 3,32.

L'istallazione, accesa venerdì scorso in piazza Duomo dal sindaco, Pierluigi Biondi, e dal presidente dell'Ordine degli Architetti, Edoardo Compagnone, è rimasta visibile fino a domenica sera. “Abbiamo voluto valorizzare gli antichi palazzi del centro, in un percorso con luce alternata: la rossa, ad indicare gli edifici ancora da ristrutturare e toni policromi per illuminare i fabbricati che sono tornati alla luce, in tutto il loro splendore”, ha dichiarato Compagnone, “l'anello luminoso ha accompagnato i visitatori alla scoperta di elementi architettonici e particolari storici, dando la possibilità, in alcuni casi, di ammirare spazi vuoti e facciate prospicienti, che non avranno più la medesima prospettiva quando i palazzi saranno ricostruiti”.

L'anello luminoso, in un'alternanza di luce statica (rossa) e dinamica (dai toni tenui) è partito dall'ex Liceo Classico, il Convitto nazionale e la sede della Camera di commercio dell'Aquila, dove i fari scarlatti sono stati posizionati all'interno dei Portici, per proseguire fino al palazzo ex Carispaq, con luce dinamica e colorata., per poi proseguire verso l'ex palazzo Del Vecchio dove quattro fari hanno ridisegnato la pianta dell'edificio abbattuto, rischiarando anche le facciate degli edifici prospicenti.

Il percorso luminoso è sceso, poi, sulla quinta di piazza Duomo, con luce dinamica sulle varie facciate antiche per piegare su via Marrelli, dove la luce dinamica ha illuminato l'edificio che fa angolo con via Tre Marie. Giù fino a via Cavour e al Teatro San Filippo, illuminato da toni dinamici.

Da via Cavour le luci hanno accompagnato i visitatori in piazza Palazzo, dove la Torre civica di palazzo Margherita è stata illuminata da fari rossi.

Luce dinamica, infine, per il palazzo “Antica locanda del sole”. Un faro ha esaltato, con luce architettonica, anche il portale di palazzo Ciolina.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui