L'AQUILA: SCUOLA ''RODARI'' IN FINALE AL CONCORSO ''DIVERSAMENTE UGUALI''

Pubblicazione: 13 marzo 2018 alle ore 19:04

La scuola primaria nel Musp a Pagliare di Sassa

L'AQUILA - "Uguaglianza e solidarietà non soni due semplici parole, ma alla luce dei nostri giorni sono concetti che devono entrare nella coscienza dei nostri alunni e con la scuola, ci stiamo facendo da anni promotori e partner di progetti anche extracurriculari affinchè possano stimolare questo tipo di conoscenze".

Così commenta ad AbruzzoWebSilvia Frezza, insegnante di italiano della scuola primaria "Gianni Rodari" della frazione aquilana di Pagliare di Sassa, la partecipazione dei suoi alunni al concorso nazionale "Diversamente uguali", finalizzato a diffondere i concetti di accoglienza e solidarietà.

Le classi che hanno primeggiato sono, la IV A della primaria per la sezione poesia con un secondo posto, la V A al terzo per il racconto, la V B con un attestato di partecipazione e la I A della scuola media dello stesso plesso, con un terzo posto per la poesia.

La IV e V A, insieme ai ragazzi della prima media parteciperanno a maggio, alle finali di Torino.

Le note critiche della giuria hanno evidenziato la fitta rete di relazioni che contraddistinguono la vita sociale e culturale dei nostri bambini e delle nostre bambine, rilevando, tra versi e sequenze, coraggiose prese di posizione, significative metafore e sogni sospesi.

"Una partecipazione attenta e vivace da parte dei ragazzi - ha aggiunto l'insegnante - che si sono cimentati, secondo le varie peculiarità in brevi racconti, piccole poesie, disegni e filastrocche".

C'è Diamoci una mano, una storia di ideali che condanna guerre e pregiudizi, ma anche Il sogno di Anna, che augura la pace nel mondo,

La storia di Summer, densa di parole positive e sentimenti nobili, L'avventura di Greg, un lavoro lucido e ben scritto, secondo la giuria giudicante, che abbatte, per mano della penna dei ragazzi, tutte le diversità linguistiche e del colore della pelle.

E ancora, la poesia L'amore è forte, che parla di vita e sentimenti, Poesia per chiunque, versi ispirati alla Costituzione italiana, incentrati sulla dignità dell'essere umano.

"Abbiamo lavorato molto in classe partendo proprio dalla nostra Carta Costituzionale - ha aggiunto la Frezza - un documento importante che tutti dovrebbero conoscere. I ragazzi hanno saputo farla loro, con i loro tempi e i loro modi, costruendo intorno storie, facendo domande, incuriositi e molto partecipi".

"Il risultato che volevamo raggiungere è che capissero la diversità nella sua essenza, non si parla di razza, o specie, ma abbraccia concetti ben più ampi, che sono alla base del vivere civile", ha concluso.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui