A24-A25: ASSOCIAZIONI PRESENTANO PROPOSTE AI PARLAMENTARI SU CARO PEDAGGI Abruzzo Web Quotidiano on line per l'Abruzzo. Notizie, politica, sport, attualitá.

A24-A25: ASSOCIAZIONI PRESENTANO PROPOSTE AI PARLAMENTARI SU CARO PEDAGGI

Pubblicazione: 20 aprile 2018 alle ore 09:11

Sindaci in sit-in all'Aquila contro i rincari autostradali

L'AQUILA - Le associazioni abruzzesi dell'autotrasporto lanciano un appello ai parlamentari contro l'aumento pedaggi sulle autostrade A24 e A25.

L'obiettivo è fare fronte comune con senatori e deputati eletti in Abruzzo, per evitare nuovi rincari, che potrebbero scattare anche nei prossimi anni, fino alla scadenza del contratto tra lo Stato e la società concessionaria, Strada dei Parchi Spa.

Il tutto in attesa della formazione di un nuovo Governo, vero interlocutore nella partita in questione.

Ieri si è svolto un incontro a Pescara, cui hanno preso parte Graziano Di Costanzo, direttore regionale della Cna, Gabriele Sillari della Confartigianato trasporti, Claudio Donati e Roberto Di Berardino di Assotir; Mauro Concezzi, segretario nazionale della Cna-Fita.

Presenti, inoltre, Luciano D'Alfonso, Stefania Pezzopane, Camillo D'Alessandro (Partito democratico), Nazario Pagano (Forza Italia), Gianluca Vacca, Andrea Colletti e Carmela Grippa (M5s).

Tra gli amministratori locali anche il sindaco di Carsoli (L'Aquila), Velia Nazzarro, e l'assessore di Avezzano (L'Aquila) Felicia Mazzocchi.

Prima del confronto vero e proprio, le associazioni, Assotir, Cna-Fita, Confartigianato Trasporti, Fai, Fiap, Sna Confartigianato, hanno presentato ai parlamentari un documento unitario con proposte e priorità.

Nel documento si chiede: riduzione selettiva degli aumenti dei pedaggi; pianificazione dei futuri aumenti; modifica delle norme che regolano il transito dei mezzi pesanti nei periodi di neve; attuazione degli interventi di messa in sicurezza e manutenzione.

Dal dibattito è emersa la comune volontà di trovare una soluzione positiva alla vertenza dell'autotrasporto abruzzese. Pagano ha sottolineato la necessità di "costruire un dossier con tutti i documenti del caso".

Per Colletti "occorre controllare tutte le procedure che in questi anni hanno consentito di determinare questa girandola di aumenti".

D'Alessandro, invece, ha auspicato una delibera del Cipe che "potrebbe determinare un cambio di rapporti con il concessionario". Sottolineando la necessità di "più investimenti per la sicurezza".

La Pezzopane ha affermato che "i fondi delle tariffe devono andare al ministero dei Trasporti, permettendo di calmierare gli aumenti". Vacca ha ricordato che "è dal 2014 che teniamo questa vicenda sotto osservazione".

D'Alfonso, infine, ha ricordato che "la condizione di questo tratto autostradale è particolarmente delicata, in ragione dello scarso numero di utenti e i seri problemi di manutenzione che si trova davanti".



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

  • Abruzzoweb sponsor
  • Belle d'Abruzzo
  • Belle d'Abruzzo
  • Belle d'Abruzzo
  • Belle d'Abruzzo
  • Belle d'Abruzzo
  • Belle d'Abruzzo
Radio L'Aquila 1
ALTRI CANALI
Sanita'
Dal Mondo
Dall'Italia
Il Fatto
L'Aquila che riparte
Necrologie
Notizie liete
Qua la zampa
Terremoto e ricostruzione
»   Ariete
»   Toro
»   Gemelli
»   Cancro
»   Leone
»   Vergine
»   Bilancia
»   Scorpione
»   Sagittario
»   Capricorno
»   Acquario
»   Pesci
FEEDS RSS
Feed Rss AbruzzoWeb
PERSONAGGI
AbruzzoGreen
 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui