ABRUZZESI E SALUTE: MENO FUMO E ALCOL
RESTA ALTO NUMERO DI OBESI E SEDENTARI

Pubblicazione: 22 aprile 2018 alle ore 13:43

PESCARA – Gli abruzzesi bevono meno alcolici, e diminuisce tra essi anche il numero dei fumatori, che però restano superiori alla media del centrosud. Continuano ad essere meno propensi alle diente e allo sport rispetto ad altre regioni italiane.

Il primo dato, quello relativo al consumo di alcolici, è desumibile dal  rapporto Osservasalute 2017, presentato al Policlinico universitario Agostino Gemelli.

In Italia si riduce ancora, anche se di poco, la percentuale dei non consumatori di alcolici (astemi e astinenti negli ultimi 12 mesi), che sono pari al 34,4 per cento, quando nel 2014 era il 35,6 per cento, e nel 2015 34,8 per cento, degli individui di eta' superiore a 11 anni.

E si precisa che a livello territoriale si rileva un importante incremento dei non consumatori in Abruzzo,   di 4,6 punti percentuali, oltre alla Calabria in cui si registra un incremento di individui che non hanno mai consumato bevande alcoliche nella vita.

La percentuale dei non bevitori è invece diminuita in Puglia (-4,8 punti percentuali), Valle d'Aosta (-4,7 punti percentuali) e Friuli Venezia Giulia (-3,5 punti percentuali) dove, tra il 2014 e il 2015, si era registrato un incremento significativo.

Analizzando invece i dati del Ministero della Salute, risulta che in Abruzzo sta diminuendo anche il numero dei fumatori, ma  resta tra le regioni del centrosud dove il consumo di sigarette è più alto.

Analizzando i dati relativi al periodo 2002-2016, si conferma  che in Italia, in 14 anni, gli incalliti del tabacco sono diminuiti del 17,5 per cento, passando dal 24 per cento del 2002 al 19,8 per cento del 2016. Un trend in calo, anche per quanto riguarda l'Abruzzo.

Nel 2016, aveva stimato l'Istat a luglio, erano 229 mila i fumatori in Abruzzo, cioè il 19,7 per cento della popolazione dai 14 anni in su. 249mila gli ex fumatori (21,4 per cento) e 671mila (57,6 per cento) i non fumatori.

Se i dati sono in linea con la media nazionale è nella media delle sigarette fumate che gli abruzzesi battono il resto del Paese: in media in Abruzzo vengono fumate 12,1 sigarette al giorno, contro le 11,5 dell’Italia.

Resta molto da lavorare invece sul fronte del cibo e della sedentarietà

Sono infatti 423mila, cioè il 38,1 per cento, gli abruzzesi dai 18 anni in su che sono in sovrappeso; 157mila, pari al 14,2 per cento gli obesi.

I dati sono più alti della media nazionale:  35,5 per cento della popolazione in sovrappeso, e il 10,4 per cento  obeso.

Eccessi di peso si registrano in particolare nel 30 per cento degli abruzzesi di età compresa tra i 6 e i 17 anni, quando la media italiana è del 24,7 per cento.

Infine solo un abruzzese su 5 fa sport: sono infatti  296mila, cioè il 23 per cento, gli abruzzesi dai 3 anni in su che praticano attività fisica in modo continuativo, quando in Italia sono il 25,1 per cento.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui