ABRUZZO ROCK: GLI HEADLESS, DALLA MARSICA
UN TOUR EUROPEO E UN DISCO PLURIPREMIATO

Pubblicazione: 12 febbraio 2017 alle ore 09:45

di

AVEZZANO - Dalla Marsica in giro in tutta Europa: gli Headless, cinque ragazzi, di cui quattro di Avezzano (L'Aquila) accomunati dalla passione per l'hard rock, che li sta rendendo anche molto famosi.

La voce è affidata a un cantante svedese di Stoccolma, Goran Edman, gli altri sono Walter Cianciusi alla chitarra, Dario Parente seconda chitarra, Domenico Di Girolamo al basso e Enrico Cianciusi, cugino di Walter, alla batteria.

"Condividiamo questa passione da ragazzini, siamo cresciuti insieme, cominciando a suonare dai tempi del liceo - racconta Walter ad AbruzzoWeb - Il gruppo Headless è nato intorno al 1996, un nome semplice da ricordare, preso in prestito a un personaggio dei videogames degli anni '80".

"Il tema ricorrente dei nostri pezzi - prosegue il chitarrista - è l'introspettiva tendente al pessimismo, un leitmotiv delle canzoni hard rock, anche se, rispetto a tanti colleghi, abbiamo fatto una scelta sonora meno 'dura' per cercare di ampliare il più possibile il nostro pubblico".

Il cantante svedese, voce del gruppo, è arrivato invece nel 2011. "Goran è molto famoso nel suo genere - sottolinea Walter - ha suonato con un virtuoso della chitarra, Malmsteen Yngwie, sempre svedese, era il nostro cantante dei sogni e contattato via email ha accettato questa collaborazione con entusiasmo".

L'hard rock non è un genere musicale per tutti, ma riservato ai soli amanti ed esperti del settore, ed è proprio questo che ha portato questi ragazzi a espandersi e a puntare verso l'estero. "L'hard rock ci sta portando molto lontano, abbiamo suonato in tutta Europa, raccogliendo soddisfazioni, successi, bagni di folla. Mettendoci a contatto con tante realtà, con tante culture che ci hanno arricchito culturalmente in maniera positiva", spiega ancora.

Ciancius ammette d'altro canto che "in Italia ancora non attacca molto: ci sono grossi eventi, ma i nomi di medio livello faticano ancora a imprimere una presenza sul territorio nazionale".

Una questione di passioni, semplicemente, che lo rendono un genere musicale abbastanza esclusivo. "Negli anni '90 spopolava in Italia insieme all'heavy metal, adesso è più facile trovare grossi eventi in Nord ed Est Europa".

Gli Headless vanno in giro per tutto il mondo, riuscendo anche a piazzarsi bene in un posto molto caro al gruppo. "Abbiamo suonato a fine 2016 a Parigi insieme a una band molto famosa, gli Angra, in un posto altrettanto famoso per gli amanti del genere, Le Trabendò, per noi è stato motivo di grande orgoglio - ricorda - Per la prima abbiamo visto una marea di folla intonare le nostre canzoni".

Sempre alla fine del 2016 risale un altro traguardo significativo. "La rivista finlandese Kaaoszine del giornalista Aleksi Parkkonen, ha ritenuto il nostro disco Melt the ice away il più bello del 2016! Il modo migliore, insomma, per concludere un anno già fantastico, grazie soprattutto a tutti quelli che ci hanno sempre supportato!".

Non una cover band, ma arrangiatori e compositori dei pezzi stessi, amanti e studiosi della musica a 360 gradi. "Non solo gruppo, siamo tutti dei musicisti professionisti, insegniamo il nostro strumento in alcune scuole private o al Conservatorio".

Passione che li ha portati ad aprire anche una scuola di musica di settore ad Avezzano, la School of rock, Walter insegna anche composizione al Conservatorio di Sassari in Sardegna.

Tanti i sacrifici, ripagati a oggi e tanti anche i progetti futuri. "Ripartiamo per un tour ad aprile, che chiuderemo a maggio con la partecipazione ad un grosso festival a Copenaghen, il Nordik noise, non vediamo l'ora, siamo pronti e belli carichi", assicura con entusiasmo in conclusione Walter.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui