ACQUA GRAN SASSO: D'ALBERTO CHIAMA A RACCOLTA SINDACI, ''SERVE UNITA' D'INTENTI''

Pubblicazione: 02 novembre 2018 alle ore 11:25

TERAMO – Sul tema dell’acqua c’è bisogno di un’unità d'intenti, con il Comune di Teramo intenzionato, quale componente principale dell’Acquedotto del Ruzzo, a farsi carico del controllo e monitoraggio delle attività degli enti competenti, pubblici e privati e a rafforzare il proprio ruolo nell’attività di riequilibrio del rapporto con il territorio e in particolare con l’entroterra montano. 

A tracciare in una nota il percorso da mettere in campo il sindaco di Teramo, Gianguido D’Alberto, che ieri ha incontrato l’Osservatorio Indipendente per l’acqua del Gran Sasso con l’obiettivo di attivare, tutti insieme, interventi di sensibilizzazione crescente al di là degli esiti dei procedimenti giuridici in corso.

Per il primo cittadino, infatti, sono più che evidenti le criticità del sistema e l’intera questione deve necessariamente essere riportata “ad un profilo di trasparenza irrinunciabile”.

Da qui la decisione di  chiedere un incontro con i sindaci dell’Aquila, Pierluigi Biondi, e di Isola del Gran Sasso, Roberto Di Marco, per poi passare al coinvolgimento di tutti i sindaci interessati, e di investire della vicenda  i parlamentari teramani, chiedendo loro di adoperarsi nelle sedi istituzionali per iscrivere la questione nelle agende parlamentari. 

Tra gli enti da coinvolgere, come ha spiegato il primo cittadino, lo stesso Ruzzo, al quale D’Alberto chiederà di far luce sugli interventi che ha messo e dovrà mettere in campo per garantire la sicurezza dell’approvvigionamento, e non ultimi la Regione e il Parco.

“Questo incontro ha evidenziato che sapremo trovare le vie più corrette per portare avanti una proficua collaborazione – ha sottolineato infine D’Alberto – l’Osservatorio Indipendente per l’acqua del Gran Sasso, in questi anni ha rappresentato un punto di riferimento ed un presidio a difesa di un bene primario, fondamentale per tutti noi e insieme dovremo, e mi auguro sapremo, trovare le maniere per far sì che l’intera popolazione interessata alla vicenda ne diventi pienamente consapevole e, a sua volta, si ponga affianco e assieme a noi per condurre questa battaglia”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI:

ACQUA GRAN SASSO: ASSOCIAZIONI IN COMMISSIONE CHIESTO A INFN SPOSTAMENTO SOSTANZE PERICOLOSE

L'AQUILA - L’allontanamento dalle aree sensibili vicine alle falde acquifere delle sostanze chimiche pericolose utilizzate negli esprimenti dentro i laboratori di fisica nucleare del Gran Sasso, in base ad un crono programma da condividere. È questa la... (continua)

INCHIESTA ACQUA GRAN SASSO: INFN VUOLE CHIARIRE, FERRONI CHIEDE INTERROGATORIO

TERAMO - Il presidente dell'Istituto nazionale di Fisica Nucleare, Fernando Ferroni, indagato insieme ad altre persone nell'ambito dell'inchiesta della Procura di Teramo sull'acqua del Gran Sasso, a fine mese comparirà davanti al pool di magistrati che... (continua)

ACQUA GRAN SASSO: TRA OMISSIS E PECETTE AMBIENTALISTI CHIEDONO DI VEDERE PROGETTI

di Marco Signori
L'AQUILA - "La pubblicazione dei progetti deve avvenire il prima possibile, la Direttiva acque 60-2000 dell'Unione europea dice che lo Stato membro deve assicurare la partecipazione costante della popolazione sui problemi dell'acqua e in Abruzzo non... (continua)

ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui