• Abruzzoweb sponsor

AGGRESSIONE A ROTONDI: SOLIDARIETA' DAI ROM PESCARESI, E BORDATE CONTRO SALVINI

Pubblicazione: 04 agosto 2019 alle ore 18:35

PESCARA - "Esprimiamo la piena solidarietà a Rotondi per l’aggressione ricevuta mentre rilasciava un’intervista. Aggressione verbale da parte di due millantatori, simpatizzanti Lega".

Lo scrive in una nota Bella Di Rocco, leader della comunità Rom di Pescara, candidata nella lista Dc-Udc collegio di Pescara, in riferimento alla contestazione nei confronti del vice capogruppo della Camera dei deputati di Forza Italia ed ex ministro del governo Berlusconi Gianfranco Rotondi, in piazza Primo Maggio, da parte di due fan del vice premier e ministro dell'Interno Matteo Salvini, a cui Di Rocco non risparmia però pesanti critiche, per aver dato della "zingaraccia" alla rom che in un video de ilGiornale.it augurava la morte al ministro con un "proiettile in testa".

Rotondi, venerdì stava rilasciando una intervista, due uomini hanno contestato di essere "amico degli immigrati e degli extracomunitari", mentre "Salvini sta salvando l'Italia", perché li sta "cacciando". E si è sentito dire parole offensive, come "Porci" e "Vi faremo il c...".

La Lega abruzzese ha ovviamente espresso solidarietà Rotondi, e condannato duramente il gesto. Il segretario regionale del partito di Salvini, Giuseppe Bellachioma, ha detto che "quelle persone non rappresentano la Lega e mi auguro che possano essere identificate", dice ancora esprimendo a Rotondi "vicinanza" per l'episodio di due giorni fa, "deprecabile e da stigmatizzare".

Ma questo ai rom pescaresi non basta.

"Auspichiamo l’identificazione dei balordi, con provvedimenti severi e concreti. L’espressione 'zingaraccia' è a sfondo razziale e viola la Costituzione italiana. Tale violenza, anche se verbale, è avvenuta nel periodo della memoria. Il 2 Agosto 1944, a Auschwitz, venivano sterminati più di 5000 Rom e Sinti dai nazzisti - i primi a fare il via al censimento di Ebrei, Rom e Sinti -. Oggi, nel 2019, il ministro Salvini chiede nuovamente il censimento delle minoranze, atto incostituzionale alla quale l’On. Rotondi ha sempre espresso il suo disappunto. Ricordo che la nuova amministrazione di Pescara, in campagna elettorale per le comunali, è stata sostenuta e portata alla vittoria anche dai votanti e residenti Rom e Sinti".

"A tal proposito chiedo una presa di posizione anche del sindaco Carlo Masci, per attenuare il grave clima di violenze. L’On. Rotondi, da vero amico ed unico uomo democristiano appartenente al centrodestra, rappresentante di Berlusconi, ha sempre difeso e condannato l’atteggiamento incostituzionale di Matteo Salvini, suggerendo un atteggiamento di dialogo e risolutivo per la difesa dei più deboli”. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui