AGRICOLTURA: ACQUISTO E ACCESSO AL CREDITO AGEVOLATI PER GIOVANI AQUILANI

Pubblicazione: 13 marzo 2018 alle ore 15:30

L’AQUILA - Favorire l’insediamento dei giovani nelle imprese agricole, attraverso l’acquisto agevolato di terreni e l’accesso al credito. Queste le azioni previste dal nuovo bando 2018 per il primo insediamento dell’Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare (Ismea) e aperto a tutti coloro che hanno un’età compresa tra i 18 e i 40 anni non compiuti, riservato a imprese italiane individuali e società agricole di persone, di capitali o di cooperative.

Un progetto nazionale che, per quanto riguarda il territorio aquilano, è stato promosso dal consigliere comunale Daniele D’Angelo (Benvenuto Presente) e dall’assessorato all’Agricoltura e al Sociale.

“È stato possibile abbracciare questo progetto a seguito del grande impegno per la promozione delle attività agricole e montane, nonché per la concretizzazione di un programma di sviluppo per l’intero territorio - spiega ad AbruzzoWeb D’Angelo - Lo scopo è quello di arginare il flusso di giovani che fuggono dalle nostre zone, dando loro l’opportunità di investire all’Aquila”.

Per fare domanda ed essere guidati in questo percorso, “non verrà aperto uno sportello, ma tutti gli interessati potranno fare riferimento a me e all’assessore Francesco Bignotti, o direttamente alle associazioni di categoria, come per esempio la Coldiretti, che si occuperanno della documentazione da presentare”, conclude il consigliere.

IL PROGETTO

Alla definizione delle graduatorie, per chi risponderà al bando, concorre, oltre al rispetto delle condizioni di ammissibilità, anche l’ordine cronologico di presentazione delle domande, determinato in base alle informazioni risultanti dal protocollo informatico dell’Ismea.

Con il bando 2016, in Italia, sono state finanziate 65 iniziative di giovani, per un ammontare complessivo di 2 mila 800 ettari e 195 unità lavorative complessive. Nel 2017 le iniziative finanziate sono aumentate del 30 per cento, rispetto all’anno precedente, con un aumento degli ettari per il 14 per cento e delle unità lavorative per il 30 per cento.

In concreto l’agevolazione prevede l’erogazione di un premio in conto interessi di 70 mila euro, erogati in due tranche, per l’acquisto di efficienti strutture fondiarie agricole in favore di giovani che si insediano per la prima volta in agricoltura: il 60 per cento all’inizio dell’ammortamento dell’intervento e il 40 dopo l’attuazione del piano aziendale, verificato con esito positivo da parte dell’Ismea.

Il bando, però, prevede anche alcune soglie finanziarie: per operazioni comprese tra 250 mila euro e 2 milioni di euro è previsto un intervento mediante atto di vendita, con patto di riservato dominio, mentre, per importi superiori a 2 milioni di euro l’operazione si realizza attraverso la concessione di un mutuo ipotecario, garanzia del 120 per cento.

Per operazioni fondiarie tra 100 mila euro e 250 mila euro si applica un intervento in arrotondamento mediante mutuo fondiario.

REQUISITI

Tra i requisiti: età compresa tra 18 e 40 anni non ancora compiuti; cittadinanza in uno degli Stati membri dell’Unione europea; risiedere in Italia; competenza e conoscenza professionale e insediarsi in agricoltura per la prima volta in qualità di capo azienda di ditta individuale, oppure di società agricola entro 3 mesi dalla comunicazione di ammissione alle agevolazioni.

Nel caso di imprese individuali, entro tre mesi dalla comunicazione di ammissione alle agevolazioni, il giovane dovrà diventare titolare di una partita Iva in campo agricolo, iscriversi al registro delle imprese della Camera di Commercio e al regime previdenziale agricolo.

Nel caso delle società agricole, invece, al momento della presentazione è necessario che la società: sia titolare di partita Iva in campo agricolo e iscritta al registro delle imprese della Camera di Commercio; abbia per oggetto sociale l’esercizio esclusivo dell’attività agricola; recare indicazione di “società agricola” nella ragione sociale e nella denominazione sociale; abbia una maggioranza assoluta, numerica e di quote di partecipazione di soci di età compresa tra i 18 anni compiuti e i 40 anni non compiuti; nel proprio statuto, abbia una clausola impeditiva di atti di trasferimento di quote tali da far venire meno, per tutta la vigenza dell’intervento fondiario, i requisiti soggettivi di accesso alle agevolazioni.

Nei tre mesi successivi dalla comunicazione di ammissione alle agevolazioni, sarà necessaria: l’iscrizione al regime previdenziale agricolo; l’assunzione della responsabilità e rappresentanza legale della società. 

LA DOMANDA

A pena di esclusione, la domanda di partecipazione al bando di primo insediamento Ismea deve essere presentata in forma telematica, mediante il portale dedicato e compilata secondo le modalità indicate. (a.c.p.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui