AL PRESEPE DI CHIETI MADONNA
DI COLORE E GESU' FEMMINA,
FORZA NUOVA ''E' BLASFEMO!''

Pubblicazione: 05 gennaio 2018 alle ore 10:42

Il presepe vivente di Chieti in una foto d'archivio

CHIETI - "Quando anche in una realtà come quella teatina si arriva a tanto, vuol dire che il limite è stato superato come ne è un esempio il prossimo presepe vivente organizzato a Chieti, dove la natività sarà rappresentata da una Madonna di colore e un Gesù Bambino femmina".

Lo dice Arianna Spinelli, responsabile di Forza Nuova Chieti.

"Escludiamo subito implicazioni razziali o sessiste, ma non si comprende apparentemente il fine di questa scelta, sia del Comune sia per il silenzio del vescovo teatino Bruno Forte".

"Per noi lo scopo di tutto questo è palese, sia per la qualità della politica locale, sia per la complicità clericale, le elezioni sono sempre più vicine e certi mezzucci fanno guadagnare sempre qualche voto", accusa la Spinelli.

"Sappiamo bene che ogni popolo rappresenta la Natività in base al connubio tra fede e antiche tradizioni, e che Gesù cambia connotazioni a seconda di dove viene rappresentato, ma ci  domandiamo in quale paese islamico troverebbe posto una scelta di tal genere? Un Maometto bianco e pure femmina?".

"Complimenti al sindaco di Chieti per aver avallato questa trovata propagandistica e blasfema ed un grazie al vescovo per il suo grave silenzio su questo gravissimo episodio. Coerenza ed onestà intellettuale possono aspettare, fanno parte del passato", conclude la Spinelli.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui