ALESSANDRA: MEGLIO LA MODA DELLA MATEMATICA E CHE CURVE!/VIDEO

Pubblicazione: 18 giugno 2012 alle ore 08:04

Alessandra Losappio
di


 

PESCARA - Andiamo a conoscere e scoprire qualche segreto di Alessandra Losappio, piccola Lolita pescarese che ci stupisce con il suo corpo sensuale e il suo sorriso solare in un giorno di giugno in cui il sole ancora stenta a fare capolino.

La incontriamo di fronte allo stabilimento Les Paillottes di Pescara mentre tra un cambio e l’altro esprime tutta se stessa nel suo stile che ricorda gli anni ’60 di cui si dice innamorata.

Ciao Alessandra, piacere di conoscerti.

Ciao a voi e grazie della proposta.

Parlaci un po’ di te.

Sono una diciottenne di Pescara, studentessa al quarto anno del Liceo artistico. Il mio spirito libero e socievole spero che venga fuori dal videoclip.

Della tua famiglia che ci racconti?

Siamo in quattro in famiglia, mamma e papà purtroppo divorziati, e la mia sorellina Caterina di quattordici anni. Nonostante il divorzio con i miei va tutto bene, c’è un buon rapporto tra loro e anche tra noi c’è un buon dialogo, siamo amici in tutto e per tutto.

Siamo ormai alla fine dell’anno scolastico. Come è andata a scuola quest’anno?

Benino, purtroppo forse avrò un debito da recuperare a matematica ma comunque ho una media del sette.

Abbiamo visto che ti piace frequentare le passerelle e dedicarti alla moda.

Si, più volte in passerella, ultimamente durante la sfilata di Penne, Summer fashion, nella sfilata Rayban allo stabilimento Ammiraglia e per il negozio Monamour lingerie di Pescara indossando costumi da bagno. Sono state esperienze molto carine che spero si ripeteranno sempre più spesso. Oltre le passerelle ho partecipato al concorso di bellezza come Miss Mediterraneo.

Hai intenzione di ripartecipare anche quest’anno?

Non so, vedremo. Lo prendo come un vero e proprio hobby logicamente. Non mi aspetto nulla dalla partecipazione, solo un modo per conoscere nuove persone e divertirmi un po’ durante le serate estive.

Dopo il liceo artistico che hai intenzione di fare?

Sicuramente l’università, penso di prendere il Politecnico della moda a Milano o comunque una facoltà che sia sempre nell’ambito artistico.

Quali sono le tue passioni?

Amo la danza e disegnare. Mi piacerebbe diventare una stilista. Addosso a me intanto preferisco vedere una “maschera” che ricordi un po’ gli anni ’60, piena di sorrisi solari, colori, abbigliamento sbarazzino e sensualità non ostentata.

Ora capiamo il perché della scelta di questo tema nel videoclip che abbiamo girato. L’amore come va?

Per ora niente di serio, solo piccole storielle che mi hanno aiutato a capire cosa cerco. Poco tempo fa è finita la mia storia più importante fino a ora e ancora non incontro, però, un nuovo e vero amore.

Piccola nella statura ma con un fisico ben proporzionato.

Intanto mi preme precisare che non sono bassa ma sono la più alta tra le basse, e non è poco. Faccio danza da quando sono nata e tra gli stili che mi piacciono di più ci sono il moderno, hip-hop e persino danza classica. Anche se non si direbbe amo molto mangiare, spesso schifezze, ma per fortuna almeno per ora non me le ritrovo addosso sotto forma di cellulite.

Come è stata l’esperienza del videoclip ?

È stata molto piacevole, il risultato rispecchia quello che sono nella mia indole bambina e solare, sensuale e giocherellona. Spero che ci sarà nuovamente occasione per rifarne altri.

Chiudiamo il nostro incontro chiedendoti qual è il tuo motto preferito.

“La bellezza sta negli occhi di chi guarda”. Con questo voglio dire che penso che non sia importante la bellezza esteriore ma quello che noi tutti riusciamo a trasmettere agli altri rendendoci affascinanti e piacevoli e forse gli anni ’60 sono proprio il periodo in cui si giocava maggiormente con gli sguardi d’intesa.

Ciao Alessandra, è stato un piacere rivederti.

Ciao Alessandro e un bacione a tutti i lettori di AbruzzoWeb.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui