• Abruzzoweb sponsor

AMBIENTE: SALVIAMO L'ORSO, ''SEMPRE MENO NEVE, NO SOLDI PUBBLICI ALLO SCI''

Pubblicazione: 14 gennaio 2020 alle ore 14:52

L'AQUILA - "Oggi il presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio visita Ovindoli Monte Magnola  e Campo Felice le stazioni invernali al momento più disastrate d’Italia, e ci chiediamo se non sia una visita per programmare a primavera l’ennesima erogazione straordinaria di fondi pubblici per coprire i “buchi di bilancio” di una stagione che si prospetta ormai fallimentare". 

L'attacco al presidente della Regione, e agli impianti da sci della nota località turistica aquilna arriva dalla onlus Salviamo l'orso.

Secondo Salviamo l'orso, "tutto l’Appennino dall’Emilia in giù è senza neve ma in Abruzzo e Molise  si continuano a sprecare milioni di euro da Ovindoli a Passo Lanciano ( in pieno Parco Nazionale della Majella) fino a Campitello Matese"

LA NOTA INTEGRALE

Marsilio probabilmente intende raccogliere il plauso del Sindaco e del proprietario degli impianti ( quello a cui 2 giorni fa la polizia locale ha sequestrato lo skilift “Topolino” per lavori non autorizzati) per aver appena autorizzato l’ennesima opera inutile in un’area protetta del Parco Regionale del Sirente Velino  con il finanziamento e l’approvazione di 3 nuovi impianti di risalita e ben 7 piste sull’unico versante rimasto inviolato del M. Magnola".
Tutto l’Appennino dall’Emilia in giu è senza neve ma in Abruzzo e Molise  si continuano a sprecare milioni di euro da Ovindoli a Passo Lanciano ( in pieno Parco Nazionale della Majella) fino a Campitello Matese!

Gli inverni con pochissima neve ma ancor più  importante con pochissime giornate di neve sciabile, non intimoriscono la nostra classe politica regionale, di ogni colore, che continua a buttare i soldi dei contribuenti o i fondi europei in opere destinate ad andare in malora. Sono solo di qualche settimana fa gli strilli di rivendicazione dell’ex consigliere regionale Pietrucci del PD di Zingaretti, quello della “svolta ecologica", che reclamava di essere stato tra i primi a chiedere i nuovi impianti".

Sapranno mai fermarsi i nostri politici o intendono fare tabula rasa di ogni singolo metro quadro della montagna abruzzese? 

Salviamo l'orso si schiera assieme a tutte le  associazioni ( Lipu-Altura-Soa-Appennino Ecosistema- Italia Nostra – Wwf – Cai Abruzzo) contro i nuovi impianti recentemente autorizzati dal Comitato VIA della Regione Abruzzo sull’ultimo versante intatto del Monte Magnola in Comune di Ovindoli in un’area del Parco Regionale Sirente-Velino destinata a diventare  Riserva integrale dallo stesso piano del parco e parte della Rete Natura 2000 e promette di continuare a condurre la sua opposizione preparando un ricorso al TAR ed alla Comunita europea.

Un’ultima triste riflessione: dispiace che il “romano”  Marsilio debba visitare Ovindoli e non possa godere di una vista invernale imbiancata dalla neve, specialmente quando vi si reca per promuovere impianti da sci, ma nemmeno dell’erba, talmente massacrato è stato il Magnola da presentare solo lunghe cicatrici grigie  in corrispondenza delle piste lungo i suoi versanti. Peccato che gli imprenditori locali non abbiano mai imparato nemmeno quello che di buono potevano imparare dalle stazioni sciistiche del Nord Italia dove le piste almeno in estate hanno il loro aspetto verdeggiante e naturale.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2020 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui