ANCHE FUKSAS E SGARBI FIRMANO PER SALVARE
PALAZZO SIRENA DI FRANCAVILLA AL MARE

Pubblicazione: 23 luglio 2017 alle ore 17:29

FRANCAVILLA AL MARE - L’architetto di fama internazionale Massimiliano Fuksas ed il notissimo storico dell’arte Vittorio Sgarbi sottoscrivono l’appello rivolto alla Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per l’Abruzzo ed al Ministero dei beni culturali per scongiurare l’abbattimento del Palazzo Sirena di Francavilla al Mare (Chieti).

In risposta alla ferma ed irremovibile volontà manifestata dal sindaco Antonio Luciani di procedere all’abbattimento del Palazzo Sirena, intervengono ora anche due personaggi di altissimo livello culturale, oltre che di indiscussa competenza tecnico-scientifica per associarsi alle migliaia di cittadini di ogni parte d’Italia e di personalità del mondo accademico, nel dare sostegno e forza al pacato, ma altrettanto deciso, appello per bloccare un’inutile ed inopportuna demolizione.

Prima l’architetto Fuskas e ieri anche il prof. Sgarbi - fa sapere in una nota Italia Nostra - dichiarano la loro totale opposizione ad un disegno politico che in luogo di un palazzo che conserva la memoria storica, culturale, sociale ed etno-antropologica della ridente cittadina rivierasca e che non abbisogna di grandi opere di ristrutturazione per potere ritornare  agli antichi splendori (vi si tenevano spettacoli teatrali, concerti musicali, mostre, convegni internazionali, feste da ballo in terrazza) svolgendo un ruolo di aggregazione proprio nel cuore della città, mira solo ad allargare una preesistente piazza nella quale organizzare  chissà quali grandi adunate.

Il Comitato “Risorgi Sirena” di Francavilla al Mare, sostenuto da altre associazioni, prima delle quali Italia Nostra, rivolge oltre che un caldo e pressante invito alla competente Soprintendenza ed al Segretariato regionale del Mibact, richiedendo anche l’attenzione dello stesso Ministero, affinché, ormai scaduti i termini di legge, non tardino ulteriormente a comunicare l’apposizione del vincolo richiesto per la conservazione di un bene di interesse e valore etno-antropologico.

Nel contempo invita il sindaco Luciani e tutta l’amministrazione comunale francavillese ad un ripensamento sulle precedenti decisioni, che sicuramente andrà a loro merito ed a vantaggio delle aspettative di tutta la comunità, non solo abruzzese.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui