AUTOSTRADE: SINDACI SI APPELLANO A DELRIO,
''LAVORI FERMI, SICUREZZA A RISCHIO''

Pubblicazione: 27 novembre 2017 alle ore 12:25

Pierluigi Biondi, Gabriele De Angelis, Angelo Caruso e Annamaria Casini

L'AQUILA - “Non lasciateci soli”. Questo l’appello di alcuni sindaci abruzzesi, in primis quelli dell’Aquila, Pierluigi Biondi, di Avezzano, Gabriele  De Angelis, e Sulmona, Annamaria Casini, rivolto al Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti dopo il blocco dei cantieri di messa in sicurezza delle autostrade A24 e A25, dovuto alla notizia che i fondi promessi per la sicurezza non saranno disponibili prima della prossima primavera.

“Si prospetta un inverno particolarmente difficile per le nostre zone già messe a dura prova dal terremoto - affermano i primi cittadini - Queste autostrade sono per noi l’unico collegamento con il Lazio e le altre zone del centro Italia, saperle insicure non rasserena noi né tantomeno in nostri cittadini”.

La vicenda riguarda i cantieri per la messa in sicurezza di A24 e A25, di cui è concessionaria la Strada dei parchi: i fondi sono europei ma saranno disponibili solo dal 2021. Per questo è partita la richiesta urgente al Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti che ne aveva garantito un anticipo tramite la Cassa depositi e prestiti.

“L’anticipazione delle somme, a causa di un intoppo burocratico - proseguono Biondi, De Angelis e Casini - è stata però improvvisamente bloccata fino alla prossima primavera e i cantieri sono stati costretti a chiudere uno dopo l’altro, con grave pregiudizio per i 900 lavoratori che vi erano impiegati fino a pochi giorni fa e che adesso sono a casa, e per la sicurezza della viabilità: lungo queste autostrade, lo ricordiamo, transitano 40 mila auto al giorno”.

Per questo i sindaci chiedono al Ministero di trovare il più rapidamente possibile una soluzione.

“Gli interventi di messa in sicurezza sono urgenti - aggiungono i tre  sindaci - e non rinviabili. Non possiamo permettere che lungaggini e  ottuse burocrazie mettano a rischio i collegamenti e la tranquillità  degli abitanti e dei lavoratori”.

“Alla società Strada dei parchi, però, chiediamo uno sforzo e di calmierare le tariffe: in tal senso il blocco per almeno un paio d’anni dell’aumento dei pedaggi autostradali potrebbe rappresentare, secondo noi, un buon compromesso. Siamo pronti, poi, a confrontarci per individuare strategie comuni che possano agevolare la fruizione delle autostrade per i nostri cittadini”, concludono i sindaci.

In tal senso il sindaco del capoluogo abruzzese Biondi chiede di aprire il confronto per ipotizzare il ripristino della gratuità della tratta L’Aquila est-L’Aquila ovest per i residenti dell’Aquila ed i  comuni circostanti che arrivano in città per motivi di lavoro, studio o cure mediche.

A chiedere “con urgenza” lo sblocco dei 57 milioni e 736 mila euro mancanti al completamento dell’intervento, in particolare sui viadotti, è stato nei giorni scorsi l'amministratore delegato di Strada dei parchi, Cesare Ramadori.

Il costo complessivo dei lavori è di 111 milioni 750 mila euro.

La missiva fa seguito a una lettera di uguale tenore, inviata al ministero dell’Economia e delle Finanze.

La messa in sicurezza delle due autostrade, ritenute strategiche in caso di calamità naturali, era stata già inserita nella legge finanziaria del 2012.

PEZZOPANE, ''RIPRESENTO GLI EMENDAMENTI''

"Ho ripresentato alla legge di bilancio 2018 l'emendamento per consentire alla concessionaria dell'A24 e A25 Strada dei Parchi di proseguire la messa in sicurezza antisismica di tratte duramente colpite da diversi eventi sismici in poco tempo", dichiara la senatrice abruzzese del Pd Stefania Pezzopane

"Avevo già presentato un emendamento al dl fiscale, aprendo così il confronto col governo e poi l'ho ripresentato alla manovra. Ora l'esame è entrato nel vivo nella Commissione Bilancio del Senato, dove siamo arrivati a una riformulazione del mio emendamento, l'unico sul tema, ora accantonato. Continuerò la battaglia perché la messa in sicurezza antisismica delle autostrade dei parchi venga effettuata con la massima celerità". 

"Più nel dettaglio - prosegue la Pezzopane - il mio emendamento è finalizzato a garantire a Strada dei Parchi la sospensione del versamento della concessione all'Anas per il 2018 pari a 55 milioni 860 mila euro, per consentire al concessionario l'anticipazione delle risorse necessarie ai lavori, in attesa che si possano utilizzare i fondi già stanziati dal decreto Mezzogiorno. Questo dovrebbe consentire la prosecuzione dei cantieri, la messa in sicurezza antisismica non può aspettare". 

"L'esame proseguirà nel pomeriggio di oggi e nella giornata di domani nella Commissione Bilancio, dove continuo la mia battaglia", conclude.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI:

A24-A25: PEZZOPANE RIPRESENTA EMENDAMENTO PER LA MESSA IN SICUREZZA

L'AQUILA - "Ho ripresentato alla legge di bilancio 2018 l'emendamento per consentire alla concessionaria dell'A24 e A25 Strada dei Parchi di proseguire la messa in sicurezza antisismica di tratte duramente colpite da diversi eventi sismici in... (continua)

ALTRE NOTIZIE



ACCADEMIA DELLE SCIENZE D’ABRUZZO, EVENTO A MONTESILVANO
SU AMBIENTE, SALUTE E MONDO PRODUTTIVO
CON LIBRI E TAVOLE ROTONDE

Diretta video venerdi 15 dicembre, a partire dalle ore 17.00


 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui