AVEZZANO: AUTO-ARIETE PER
UN FURTO, IN 2 AI DOMICILIARI

Pubblicazione: 14 luglio 2017 alle ore 12:21

AVEZZANO - Avevano utilizzato una macchina rubata come ariete contro una colonnina cambia monete di un autolavaggio di Avezzano (L'Aquila), in due finiscono agli arresti domiciliari.

Questa mattina il personale della Polizia di Stato ha dato esecuzione a una ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari per M.F., avezzanese di anni 41, appartenente alla locale etnia rom, e V.L. quarantaduenne, anch’egli avezzanese, entrambi pregiudicati per reati contro il patrimonio e recidivi.

M.F. è stato  riconosciuto colpevole di due furti compiuti nella notte del 14 dicembre 2016: impossessatosi di una Fiat Uno parcheggiata in strada, con l’aiuto di un complice, sulla cui identità sono ancora in corso accertamenti, aveva utilizzato l’autovettura come mezzo per investire e divellere la colonnina cambia monete ubicata presso un autolavaggio automatico.

E proprio la colonnina cambia monete ha inchiodato V.L., riconosciuto colpevole del reato di ricettazione in quanto, durante la perquisizione domiciliare susseguita alle indagini, è stata rinvenuta nella sua abitazione, insieme ad un decespugliatore, un tagliaerba, sicuro provento di furto, e ben 77 dosi di marijuana.

L’ordinanza è stata eseguita dal personale della squadra anticrimine del commissariato di Avezzano, titolare delle indagini, che sono state coordinate dal sostituto procuratore Guido Cocco, mentre le misure cautelari emesse dal Gip Francesca Proietti.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui