AVEZZANO: MORTA MINA, IL CANE PASTORE MASCOTTE DEGLI OPERAI PER 16 ANNI

Pubblicazione: 10 luglio 2018 alle ore 16:07

AVEZZANO - Ha seguito la sua indole di cane da pastore nonostante non abbia mai avuto un vero gregge da accudire.

Si chiamava Mina, era un pastore abruzzese, vegliava sugli operai del nucleo industriale di Avezzano (L'Aquila) accompagnandoli regolarmente a lavoro, nei vari stabilimenti, d'inverno e d'estate. Lo ha fatto per quasi sedici anni.

È morta pochi giorni fa. "Amava lo spazio e la libertà - racconta un lavoratore - rifiutando ogni tipo di giaciglio e infischiandosene della sua incolumità".

Mina passeggiava tutti i giorni sul ciglio delle strade che collegano le industrie marsicane. "Una volta - ricorda un altro operaio - è stata investita, è stata curata, portata in un canile, ma siamo andati a riprenderla per restituirle la libertà".

Di recente era finita in un fosso pieno d'acqua, anche in quella circostanza se l'era cavata.

Mina, riferiscono commossi gli operai, è stata fino alla fine accanto a Chicco, anziano meticcio con il quale domenica scorsa ha trascorso gli ultimi istanti della sua vita.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui