BILANCIO REGIONE: ''PIENO DI BUCHI'', VALANGA DI EMENDAMENTI CENTRODESTRA

Pubblicazione: 21 dicembre 2017 alle ore 13:33

Mauro Di Dalmazio, Mauro Febbo e Paolo Gatti
di

L'AQUILA - L'opposizione di centrodestra nel Consiglio regionale abruzzese afflila le armi in vista dell'approvazione del bilancio di previsione, che approderà in aula domani mattina, e annuncia infatti la presentazione di una trentina di emendamenti di merito, e sopratutto di oltre 600 emendamenti dichiaratamente ostruzionistici per costringere la maggioranza a dar seguito alle sue proposte.

A suonare la carica in conferenza stampa a Palazzo dell'Emiciclo, i consiglieri di Forza Italia Mauro Febbo e Paolo Gatti e di Abruzzo futuro Mauro Di Dalmazio, che bocciano senza appello la manovra bollata come un mero “tirare a campare”, e sopratutto “non attendibile”. Assente giustificato il capogruppo degli azzurri Lorenzo Sospiri, ai funerali dell'ex ministro Altero Matteoli, mentre potrebbe essere non casuale l'assenza del consigliere del Nuovo centro destra Giorgio D'Ignazio, alla luce del ventilato accivinamento al centrosinistra.

“La cosa più grave - esordisce Febbo - è che nel bilancio non vengono previsti i buchi che si sono originati. Il primo è quello relativo all'aumento della spesa sanitaria, quantificabile in 100 milioni”.

“A novembre è stata approvata una delibera di giunta, la numero 695, in cui per la rima volta si predispone una programmazione della spesa sanitaria fino al 2020. Ebbene, basta sfogliarla per rendersi conto che in realtà l'unica programmazione è quella di congelare lo status quo: infatti non è prevista una riduzione dei costi della mobilità passiva, che resta identica nel triennio, e lo stesso accade sulla spesa farmaceutica, che pure è stata dichiarata fuori controllo, e sui soldi da dare alle cliniche private”.

Il secondo buco che si è aperto, prosegue Febbo, “riguarda la delibera di approvata dalla giunta regionale, da noi criticata che destina, giustamente 50 milioni di euro alle province, ma togliendo risorse dal capitolo destinato al Masterplan per il sud, e segnatamente per la bonifica della discarica di Bussi a carico della Regione. Noi chiediamo che non solo vengano garantiti i fondi alle province, ma vadano restituiti alla bonifica 50 milioni, dopo la bocciatura del progetto di bonifica della Edison”.

Gatti parla poi di un bilancio “irricevibile e francamente analogo ai precedenti, un documento cioè senza rotta e dunque senza approdo. La verità è che non hanno mai fatto una lista dei delle priorità, non fanno altro che tirare a campare. Spero e ritengo che per fortuna sarà l'ultimo che sarà approvato da questa maggioranza di centrosinistra. In questo bilancio non c'è nulla per cittadini e imprese. Faccio un solo esempio: il consiglio regionale aveva approvato una legge la 49, che aiutava le piccole imprese delle aree interne, perché ora questa legge non viene ulteriormente rifinanziata?”

Critiche pesanti poi alle politiche del turismo della Regione, “che non ha nemmeno un assessore al ramo”, ricorda Febbo, invitando invece a vedere che massiccia campagna di promozione a livello nazionale sta mettendo in campo la vicina Regione Marche. Attingendo dagli stessi finanziamenti statali di cui pure gode l'Abruzzo.

“L'Abruzzo non aggancia la ripresa economica - incalza Di Dalmazio - lo dicono i numeri. Il turismo manca di una programmazione, non ci sono risorse per le aree interne, non si programma legge 77. Si fanno però gli open day che si sono rivelati un buco nell'acqua. Per non parlare poi della cultura, che non è un solo un ornamento, ma un importante generatore di indotto economico: il sistema è al collasso. E lo stesso accade per il settore del sociale. Ricordo che su mia iniziativa, da tutti condivisa è stata approvata una legge sul caregiver, per chi deve assistere minori e anziani con gravissime disabilità. Ebbene: ancora non vengono approvate le linee guida, e non si dota la norma di un adeguata copertura finanziaria”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui