BOMBICE NELL'AQUILANO
DISINFESTAZIONE AL VIA, ''NO
AD INUTILI ALLARMISMI''

Pubblicazione: 21 giugno 2017 alle ore 12:31

L'AQUILA - Sono cominciati questa mattina i sopralluoghi di un'impresa di disinfestazione nei territori della media valle dell’Aterno, in provincia dell'Aquila, dove si è registrata la presenza del lepidottero bombice dispari, la cui larva divora in particolare foglie delle querce, ma anche di conifere e alberi da frutta, e che minaccia da anni il patrimonio boschivo di altre regioni Italiane. Una presenza che ha creato non poca preoccupazione tra sindaci e cittadini, anche se in particolare il primo cittadino di Fontecchio, Sabrina Ciancone, invita con una nota a "non dar seguito a interpretazioni allarmistiche e pseudoscientifiche che nulla aggiungono all’efficacia delle azioni".

La regia delle azioni di contrasto fa capo al Servizio Fitosanitario della Regione Abruzzo, con la stretta collaborazione dei sindaci della vallata, e l’impresa di disinfestazione proprio per questo prima di entrare in azione sta monitorando il teatro dell’intervento.

Una cosa è certa: si utilizzerà l’insetticida biologico Bacillus thuringensis var. kurstaki. (Btk), il più efficace e meno impattante. Il trattamento si concentrerà sulle aree abitate e sulle immediate prossimità.

Il Comune di Fontecchio, sta già sta procedendo con alcuni trattamenti su aree pubbliche e nel frattempo, nelle aree private più prossime alle abitazioni, si consigliato ai proprietari di effettuare il trattamento con il Btk.

Il sindaco Ciancone precisa poi che “l’insetto, infestante e aggressivo per la vegetazione, non ha le caratteristiche proprie della Thaumetopoea pityocampa (processionaria) e pertanto non ha gli stessi effetti su animali e uomini con cui potrebbe entrare accidentalmente in contatto". Insomma niente panico, l'insetto non è pericoloso per uomini e animali.

Inoltre il Comune di Fontecchio fa notare che "virulente presenze dei questo lepidottero defogliatore si sono,  ricorrentemente verificate anche in altre aree della nostra Regione".  Come a dire, i boschi non sono stati compromessi, l’importante è tenere sotto controllo la proliferazione.

Nel Nord della Sardegna il voracissimo bombice ha attaccato migliaia di ettari di vegetazione, ed anche i preziosi boschi di querce da sughero, e anche li si sta procedendo alla disinfestazione.

Negli scorsi anni il bombice ha attaccato le faggete e i boschi di roverella del Parco del Pollino tra Basilicata e Calabria, i boschi del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, anche aree circoscritte in Abruzzo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI:

NELL'AQUILANO INVASIONE LARVE DI BOMBICE A RISCHIO I BOSCHI, L'ALLARME DEI SINDACI

di Filippo Tronca
L'AQUILA - Una strisciante presenza inquieta da qualche giorno gli abitanti della verdissima valle del medio Aterno, in provincia dell’Aquila. Quella del lepidottero Bombice dispari, la cui larva divora in particolare foglie delle querce, ma anche di... (continua)

ALTRE NOTIZIE


ACCADEMIA DELLE SCIENZE D’ABRUZZO, EVENTO A MONTESILVANO
SU AMBIENTE, SALUTE E MONDO PRODUTTIVO

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui