BOTTE E INSULTI A GENITORI: A TERAMO 31ENNE IN MANETTE

Pubblicazione: 11 luglio 2018 alle ore 10:03

TERAMO - Botte, morsi, insulti di ogni tipo e grida delle vittime, due genitori, che vengono anche refertati al Pronto soccorso.

Mattinata di violenza in un rione periferico di Teramo quella di domenica scorsa, che sarebbe potuta finire con il peggio se un vicino di casa non avesse allertato il 113 a seguito delle grida provenienti da un vicino appartamento.

Quando i poliziotti della Volante sono arrivati sul posto hanno trovato B.A. in preda ai fumi della droga e dell’alcool, fuori di sé, e i genitori che si erano dovuti chiudere in una camera per paura dei violenti atteggiamenti.

Anche tirate di capelli e minacce di morte, oltre a botte, avevano caratterizzato la condotta del 31enne, dopo che i genitori lo avevano ripreso, per gli ennesimi bagordi del giovane.

Non si è calmato nemmeno di fronte alla polizia: un agente che ha cercato di fermarlo ha riportato lesioni guaribili in 4 giorni, mentre la madre in cinque.

A fatica, l’uomo è stato arrestato per lesioni, minacce gravi e resistenza a pubblico ufficiale.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui