BUFERA GIUDIZIARIA CLINICA INI: 5MILA CARTELLE SEQUESTRATE, SOSPETTA TRUFFA Abruzzo Web Quotidiano on line per l'Abruzzo. Notizie, politica, sport, attualitá.

LA SOCIETA' HA UN IMPORTANTE DISTACCAMENTO A CANISTRO IN ABRUZZO
''FIDUCIA IN MAGISTRATURA, ABBIAMO FATTO TUTTO SECONDO LE REGOLE''

BUFERA GIUDIZIARIA CLINICA INI: 5MILA CARTELLE SEQUESTRATE, SOSPETTA TRUFFA

Pubblicazione: 11 maggio 2018 alle ore 21:18

L'AQUILA - "Sulle contestazioni rivolteci dalla Procura di Velletri l’Ini ha piena fiducia nella magistratura che farà luce sui fatti. Ci preme sottolineare però che, per ciò che riguarda l’urologia, la struttura si è sempre attenuta alle attuali linee guida per la compilazione e codifica dei ricoveri ospedalieri".

E' questa la ferma poszione dell’Ini di Grottaferrata, la casa di cura dei fratelli Faroni, e che ha un importante distaccamento anche a Canistro, in provincia dell'Aquila, a seguito della bufera giudiziaria che la vede coinvolta a dopo la morte nei giorni scorsi di una donna paraplegica per le conseguenze di un intervento di rimozione di un calcolo renale

I reparti di urologia e oncologia della clinica, accreditata al Servizio sanitario Regionale del Lazio, sono infatti finiti nel mirino della Procura di Velletri e dei carabinieri del Nas che hanno perquisito apparecchiature e sistemi informatici presso alcuni uffici e proceduto al sequestro di 5.418 cartelle cliniche, più le pratiche riguardanti fatturazioni e liquidazioni e i registri delle attività svolte nelle sale operatorie e negli ambulatori.

Sospettando un danno di alcuni milioni di euro, i pm Rita Caracuzzo e Vincenzo Antonio Bufano, vogliono verificare se è vero che per cinque anni, dal 2012 al 2017, sono stati riportati falsamente sulle schede di dimissione ospedaliera delle cartelle cliniche interventi diversi da quelli realmente effettuati sui pazienti così da trarre in errore la Regione Lazio, chiamata a provvedere al rimborso, e ottenere poi un ingiusto profitto che derivava dalla differenza tra la tariffa richiesta e incassata e quella effettivamente spettante.

"Riguardo il decesso della paziente, operata all’Ini di Grottaferrata  - si legge ancora nella nota della casa di cura Ini - per un calcolo al rene e deceduta al Policlinico di Tor Vergata, siamo profondamente dispiaciuti e stiamo attendendo gli esiti dell’esame autoptico ribadendo la convinzione di avere fatto tutto il possibile per salvarle la vita".

E per quanto riguarda il merito dell'inchiesta si ricorda che "nel 2010 e nel 2011 la stessa Regione, tramite il Collegio dei Saggi, ha verificato la congruità ed appropriatezza delle prestazioni rese, le stesse che oggi ci vengono contestate. Ricordiamo inoltre che nel 2014 la stessa Asl, che oggi ci contesta le suddette prestazioni, ha indetto una gara sul territorio per interventistica inserendo nel capitolato una codifica identica a quella che oggi viene ritenuta incongrua".

Le indagini, che contemplano i reati di falso e truffa, chiamano in causa una decina di persone e hanno avuto il via proprio dalle verifiche amministrative avviate a suo tempo dalla Regione Lazio che aveva accertato una serie di incongruenze sulle cartelle cliniche dei ricoverati con particolari irregolarità riferire ai malati di urologia e oncologia.

Tra gli indagati figurano Jessica e Simone Faroni, amministratori di fatto della Ini spa, Manuela Mizzoni e Nadia Proietti, rispettivamente dg e ad della stessa società, e poi Giovanni Tavani, direttore amministrativo, Michele Di Paolo, direttore sanitario e il predecessore, dal 2012 al 2015, Enrico Rosati, Ferdinando De Marco, primario di Urologia, e Gaetano Lanzetta, primario di Oncologia. Infine Mario Morvillo, responsabile ced incaricato della gestione dei dati sanitari prodotti dai reparti.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

  • Abruzzoweb sponsor
  • Belle d'Abruzzo
  • Belle d'Abruzzo
  • Belle d'Abruzzo
  • Belle d'Abruzzo
  • Belle d'Abruzzo
  • Belle d'Abruzzo
Radio L'Aquila 1
ALTRI CANALI
Sanita'
Dal Mondo
Dall'Italia
Il Fatto
L'Aquila che riparte
Necrologie
Notizie liete
Qua la zampa
Terremoto e ricostruzione
»   Ariete
»   Toro
»   Gemelli
»   Cancro
»   Leone
»   Vergine
»   Bilancia
»   Scorpione
»   Sagittario
»   Capricorno
»   Acquario
»   Pesci
FEEDS RSS
Feed Rss AbruzzoWeb
PERSONAGGI
AbruzzoGreen
 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui