BULLISMO: UFFICIO SCOLASTICO, ''NESSUNA OMISSIONE SU CASO MAZZINI L'AQUILA''

Pubblicazione: 16 maggio 2018 alle ore 15:23

L'AQUILA - "L’Ufficio scolastico regionale, gli Ambiti territoriali e le singole istituzioni scolastiche sono impegnati quotidianamente al fine di arginare il fenomeno del bullismo e del cyber bullismo mantenendo altissima l’attenzione con la collaborazione delle famiglie e di tutti gli attori coinvolti nell’opera di prevenzione. Tutte le segnalazioni ricevono la debita considerazione".

Così l'Usr dell'Abruzzo in una nota in cui rispedisce al mittente le accuse di omissioni a proposito del presunto caso di bullismo che si sarebbe verificato alla scuola media "Mazzini-Patini" dell'Aquila, denunciato ad AbruzzoWeb dall'associazione "Genitori per la scuola".

"In relazione al presunto caso di bullismo perpetrato ai danni di un non specificato alunno dell’IIS Mazzini-Patini, questo Ufficio sottolinea che la segnalazione è giunta da una associazione, denominata 'Genitori per la Scuola' il cui presidente di si è qualificato a scuola quale presidente dell’associazione e non di genitore", continua la nota.

"Nel colloquio con la docente vicaria, tuttavia il presidente dell'associazione ha omesso di fornire alla stessa elementi utili ad individuare il caso o a circoscriverlo, in quella sede riferiva invece che la madre della presunta vittima riteneva che il caso poteva essere risolto con l'intervento mirato e concordato dei docenti della classe che, a suo dire, erano stati messi al corrente".

"Nonostante l’attenzione ricevuta - prosegue l'Ufficio scolastico nella nota - il presidente dell’associazione si è rivolto all'Ufficio scolastico regionale che ha preso immediatamente in carico la vicenda coinvolgendo l'Ufficio territoriale di riferimento e la dirigente della Istituzione scolastica che ha prontamente relazionato sulla vicenda".

"Da tutto ciò è emerso che non vi è stato alcun comportamento omissivo da parte di Usr, Usp e dirigente scolastico, semmai è stato il presidente dell’associazione a non fornire dettagli che potessero aiutare a comprendere meglio la vicenda preferendo inviare una nota alla stampa".

"Nel caso specifico - afferma dal canto suo la dirigente della scuola media Mazzini-Patini, Filomena Mammarella - una associazione di genitori non può arrogarsi il diritto di sostituirsi ai singoli genitori, soprattutto quando si tratta di affrontare e dirimere questioni delicate".

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI:

''RAGAZZINO MINACCIATO SU CHAT, ANDIAMO IN PROCURA PERCHE' SCUOLA CI IGNORA''

di Alessia Centi Pizzutilli
L’AQUILA - Una mamma preoccupata per “un presunto caso di bullismo” all’interno della scuola  media Mazzini-Patini dell’Aquila, si è rivolta all’associazione "Genitori per la Scuola" per risolvere la situazione senza ricorrere alla Procura della Repubblica, ma... (continua)

ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui