• Abruzzoweb sponsor

C.A.S.E. TOUR/CAMARDA: POCA SOCIALITA', MA ALLOGGI SICURI E BELLI

Pubblicazione: 01 settembre 2011 alle ore 08:22

Le palazzine del progetto C.a.s.e. di Camarda

A oltre due anni dal terremoto, il progetto C.a.s.e. è una realtà urbana e sociale giocoforza accettata dagli aquilani.

Nelle 19 aree sono stati realizzati 185 edifici, per un totale di circa 4.500 appartamenti che a oggi ospitano poco più di 13 mila persone.

Alcuni abitano alloggi vicini alle loro case di un tempo, quelle che hanno perso, altri hanno cambiato completamente zona della città o addirittura paese.

Disagi e comfort si dividono quasi equamente, mentre le famiglie del capoluogo cercano di abituarsi a passare la vita in queste abitazioni.

Come si abita oggi nel progetto C.a.s.e.? Per avere il quadro della situazione e vagliare sentiti dire positivi e negativi, AbruzzoWeb ha lanciato una rubrica che periodicamente porterà i lettori dentro le piastre e gli alloggi.

Tra problemi, speranze, disagi e comodità. Buona lettura.

C.A.S.E. CAMARDA- LA SCHEDA
Palazzine:  5
Appartamenti:  120
Persone a oggi:  384
Cosa va: Cosa non va:
1. Case comode e sicure 1. Pavimenti di scarsa qualità
2. Sensazione di sicurezza sismica 2. Poca socializzazione tra condomini
3. Tecnologie rinnovabili funzionanti 3. Servizi pubblici scadenti

GUARDA LA FOTOGALLERIA

di Federica Tazza

L'AQUILA - Case comode, compaesani accoglienti e amichevoli, ma pochi trasporti.

Questa è l'immagine del complesso del Progetto C.a.s.e. di Camarda (L'Aquila), una struttura adagiata su una collinetta circondata da monti.

"Io qui sto bene - spiega la signora Maria, con i ferri da uncinetto tra le mani - e queste case sono belle".

"Gli appartamenti sono accoglienti - fa eco la signora Di Vito - anche se il pavimento si deforma e danneggia molto facilmente. Dopo il terremoto ci hanno sistemati in un albergo e avevo paura di ulteriori scosse, ma qua invece le vibrazioni vengono assorbite bene, quindi sono molto più tranquilla".

E infatti le abitazioni sono costruite bene, nessuno si lamenta, a differenza di alcuni residenti di altri progetti C.a.s.e.. L'unica pecca sembra essere l'età media dei condòmini.

"Siamo solo anziani, ci sono pochissimi giovani - si lamenta Belardina Bucci - si socializza poco perché non c'è niente qua intorno, c'è poco movimento. Le altre signore passano tutto il tempo a casa, non escono, si deprimono".

Anche i trasporti pubblici incidono sulla socializzazione.

"I residenti qui sono aumentati - continua - ma i servizi pubblici sono scadenti, passano a intervalli troppo distanti. C'è stata la Perdonanza all'Aquila, volevamo andarci, ma come facevamo senza autobus?".

"Ci troviamo bene - dice Antonio Di Vito, uno dei pochi giovani del complesso residenziale, impegnato nei festeggiamenti del suo compleanno con altri amici della facoltà di Ingegneria - anche se la distanza dall'Aquila e dai punti di ritrovo comincia a essere pesante. Hanno messo i servizi taxi, ma a Camarda non arrivano".

"Sono contento di aver trovato una sistemazione degna - prosegue il ragazzo - Siamo arrivati qua l'11 novembre 2009, quindi non posso lamentarmi di niente, le case sono belle, d'inverno si sta bene, e le tecnologie rinnovabili impiegate funzionano bene. L'unico problema è la zona, che è un po' troppo lontana dai punti d'interesse e collegata male per quanto riguarda la viabilità".



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui