CALCI E PUGNI PER UN CELLULARE
27ENNE DEL PESCARESE IN ARRESTO

Pubblicazione: 07 ottobre 2017 alle ore 16:44

CAMPOBASSO - Rapina e lesioni: queste le accuse nei confronti di un 27 enne della provincia di Pescara arrestato dai carabinieri di Campobasso. 

Il giovane, secondo la ricostruzione dei militari, all'interno della villa comunale 'De Capoa' ha sottratto ad un 18enne del capoluogo molisano uno smartphone. 

I due si erano incontrati poco prima nei pressi della sede del servizio per le tossicodipendenze (Sert) a pochi metri dalla villa. 

Qui, a seguito del rifiuto di un prestito temporaneo del proprio telefono, l'aggressore ha reagito trascinando la vittima nel parco cittadino dove lo ha colpito con calci e pugni per poi impossessarsi del cellulare. 

Il ragazzo ha avvisato i genitori che hanno denunciato l'accaduto ai carabinieri. 

Le immediate indagini hanno permesso di risalire all'identità del responsabile, bloccato poco dopo in una strada del centro città.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui