• Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento

CALCIO: SERIE A, PALERMO-PESCARA FINISCE 1-1,
ODDO, ''LA SCONFITTA SAREBBE STATA IMMERITATA''

Pubblicazione: 23 dicembre 2016 alle ore 10:24

PESCARA - Era tutto pronto per la prima festa al Barbera, dopo otto sconfitte all'asciutto, ma la vittoria per il Palermo non è arrivata nemmeno contro il Pescara. Il pareggio per 1-1 lascia l'amaro in bocca a Eugenio Corini che già pregustava il secondo successo consecutivo dopo la rimonta a Genova.

"Lo scontro diretto è sempre difficile da affrontare - ha detto - dal punto di vista emotivo, oggi abbiamo retto bene. È stata una sfida poco spettacolare, la stavamo portando a casa, ma hanno pareggiato su rigore. La vittoria sarebbe stata importantissima, la salvezza è raggiungibile e ci crediamo. Ora testa all'Empoli, dobbiamo rimanere attaccati alle contendenti, poi faremo i dovuti calcoli".

L'errore fatale per il Palermo è stato nel non cercare il raddoppio. "La partita quando non riesci a portarla sul doppio vantaggio è sempre aperta. Avevamo - ha aggiunto - alcune situazioni da gestire in difesa, ho cercato di proteggerla con i centrocampisti, ma negli ultimi minuti abbiamo subito gol e abbiamo anche rischiato il ko. Adesso la delusione è tanta, però se vado a sviluppare come sono stati questi 22 giorni dico che abbiamo fatto 4 punti in 4 partite, più del doppio che in passato. Abbiamo buttato il cuore oltre l'ostacolo, oggi poteva essere un risultato importante, ma se vedo cosa ho trovato quando sono arrivato, col morale sotto i tacchi, so che abbiamo almeno acceso una luce, una speranza. Attraverso il lavoro possiamo farcela. Adesso alla ripresa abbiamo un altro scontro importante".

Sarà un Natale di speranza quello del Pescara.

"Siamo felici. Quell'abbraccio sta a significare che c'è stima reciproca: io ho sempre avuto grandi parole nei confronti dei ragazzi, nonostante le mille difficoltà. Noi - ha detto Massimo Oddo - mettiamo sempre l'anima in campo. Dobbiamo porci un obiettivo nella vita. Per ottenerlo, occorre dare sempre il massimo, il 110%".

Oddo non ha mai perso l'entusiasmo.

"I momenti difficili - ha spiegato - sono all'ordine del giorno nel calcio e nessuno ci può impedire di inseguire il nostro obiettivo, né la stampa né i tifosi. Sbagliamo, come tutti, ma fa parte di questo sport. Abbiamo fatto il ritiro per stare insieme e per cercare di rimediare agli errori fatti. Quando sbagli l'unica cosa da fare è lavorare per migliorare. Bisogna sempre dare il massimo, l'abbiamo sempre fatto, anche in passato e per questo siamo sempre stati sereni. È normale che i risultati negativi comportino un abbattimento dell'autostima. Oggi comunque la sconfitta sarebbe stata immeritata".

LA CRONACA

Finisce con un pareggio che non accontenta nessuno, la partita del Barbera tra Palermo e Pescara. Le due squadre, all'inseguimento dell'Empoli, rosicchiano appena un punto e restano in coda alla classifica.

A masticare amaro soprattutto il Palermo che non riesce più a vincere in casa e si fa pareggiare all'ultimo secondo.

Al gol di Quaison, infatti, ha risposto Biraghi su rigore concesso da Massa nel recupero. A partire meglio era stato il Pescara con buon controllo a centrocampo e incursioni in avanti con azioni rapide. Tocchi di prima, ma manca precisione negli ultimi passaggi.

Il Palermo tenta qualche affondo estemporaneo ma sono gli ospiti a gestire il gioco almeno fino alla mezz'ora, quando i siciliani danno segni di ripresa. Ci provano da lontano, ma senza pretese, Jajalo e Diamanti.

La maggiore pressione dei rosanero si trasforma in vantaggio al 33'. Diamanti serve Quaison in profondità, grande azione dello svedese che evita due avversari spostandosi orizzontalmente e poi lascia andare un destro potente che si piazza all'incrocio.

Il Palermo, trascinato dai 20 mila del Barbera, cerca anche il raddoppio preferendo il contropiede al pressing costante. Gli ospiti riescono comunque a resistere fino all'intervallo. Nessun cambio nel secondo tempo per le due squadre. Partita che rimane in bilico ma mancano le emozioni.

Lo scarso tasso tecnico e le numerose interruzioni non favoriscono lo spettacolo. Il Palermo si limita a controllare, concedendosi qualche ripartenza sporadica, mentre il Pescara non è continuo nella pressione.

L'occasione buona arriva al 21' per Nestorovski che di testa sfiora il palo su corner di Bruno Henrique dalla destra. Dall'altro lato è Pettinari a sfiorare il pareggio con un sinistro a incrociare di poco al lato. Il forcing del Pescara nel finale dà risultati e porta finalmente qualche emozione.

Prima un gol annullato a Fornasier per fuorigioco al 43' e poi, nel recupero, il rigore concesso agli ospiti per fallo di Gonzalez su Caprari. Freddo Biraghi dal dischetto nonostante i fischi assordanti del Barbera.

All'ultimo secondo Memushaj sfiora addirittura il vantaggio con un tiro potente che Posavec mette miracolosamente in angolo. Il Palermo recupera così solo un punto sull'Empoli così come il Pescara.

Palermo e Pescara 1-1 (1-0)

Palermo (3-4-2-1): Posavec 6.5, Cionek 6, G. Gonzalez 5.5, Goldaniga 6.5, Rispoli 6, Jajalo 6 (dal 33' st Chochev sv), Gazzi 6.5, Aleesami 6, Quaison 7 (dal 38' Trajkovski sv), Diamanti 6.5 (dal 16' st Bruno Henrique 6), Nestorovski. (68 Fulignati, 2 Vitiello, 10 Hiljemark, 11 Embalo, 20 Sallai, 22 Balogh, 27 Bentivegna, 89 Morganella, 97 Pezzella). All.: Corini 6. Pescara (4-3-2-1): Bizzarri 6, Campagnaro 5.5 (dal 31' Cristante sv), Gyomber 5.5 (dal 34' st Zuparic sv), Fornasier 6, Zampano 6, Memushaj 6, Bruno 5.5 (dal 22' st Brugman 6), Biraghi 6.5, Benali 5.5, Caprari 6, Pettinari 6. (1 Fiorillo, 2 Crescenzi, 19 Mele, 25 Delli Carri, 26 Vitturini, 29 Mancini, 35 Coda, 98 Del Sole).

All.: Oddo 6.

Arbitro: Massa di Imperia 6.

Reti: nel pt 33' Quaison; nel st 49' Biraghi.

Ammoniti: Pettinari, Campagnaro, Jajalo, Biraghi, B. Henrique, Caprari, Benali, Gonzalez per gioco falloso; Nestorovski per proteste

Angoli: 5 a 1 per il Pescara

Recupero: 1' e 5'

Spettatori: 20.238

I GOL

33' pt: filtrante di Diamanti per Quaison. Lo svedese si muove in orizzontale prima di lasciare partire un destro potente e preciso che non lascia scampo a Bizzarri. - 49' st: Biraghi trasforma il rigore concesso da Massa per fallo di Gonzalez su Caprari.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento
 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui