CALDO: 70ENNE SI ACCASCIA E MUORE
ALL'INGRESSO DEL LUNGOFIUME DI TERAMO

Pubblicazione: 04 agosto 2017 alle ore 12:05

TERAMO - Un uomo di 70 si è accasciato ed è morto, probabilmente a causa di un infarto provocato dal gran caldo, stamattina a Teramo.

È successo nel tratto di parco che costeggia il torrente Vezzola, all'ingresso del lungofiume, nella zona degli impianti sportivi dell'Acquaviva.

La vittima, che secondo Emmelle è stata identificata solo più tardi dal ritrovamento perché indosso non portava documenti, è stata vista barcollare e poi cadere.

Era cianotico quando anche un altro pasante, un infermiere, ha provato a rianimarlo ma nulla ha potuto anche il personale del 118 giunto tempestivamente sul posto: il massaggio cardiaco e la defibrillazione, per oltre 40 minuti, non hanno potuto salvargli la vita.

Sul posto la squadra Volante della questura di Teramo.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui