CANOISTA MORTO IN MARE: AUTOPSIA,
NESSUNA LESIONE TRAUMATICA

Pubblicazione: 27 dicembre 2018 alle ore 18:52

CHIETI - Un cadavere integro, che non presenta alcuna lesione traumatica. E' quanto emerge dai primi risultati dell'autopsia, effettuata oggi all'obitorio di Chieti, dal medico legale Pietro Falco, su incarico del sostituto procuratore della Repubblica di Chieti Giancarlo Ciani, sul corpo del 45enne canoista di Bologna scomparso in mare il 5 dicembre scorso a largo di Ravenna.

Il cadavere è stato ripescato lo scorso 22 dicembre a 40 miglia dalla costa di Ortona da una motovedetta della Capitaneria di Porto di Ortona in seguito alla segnalazione, giunta dall'equipaggio di un peschereccio di San Benedetto del Tronto.

Fra sessanta giorni si conoscerà l'esito degli esami istologici eseguiti dal medico legale per accertare le cause del decesso dell'uomo e che potrebbe essere stato causato da un malore o da annegamento.

La salma verrà restituita ai familiari nella giornata di domani.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui