• Abruzzoweb sponsor

CAPISTRELLO: TENTATA RAPINA A TRE GIOVANI, AL VIA IL PROCESSO

Pubblicazione: 12 luglio 2019 alle ore 13:08

Il tribunale di Avezzano

CAPISTRELLO - Nel 2016 a Capistrello, inprovincia dell'Aquila, avevano assaltato l'auto di un gruppo di giovani, tentando di impossessarsene anche con l'uso della forza, rapinandoli di un cellulare. Per questo fatto criminoso, quattro giovani sono finiti ieri mattina davanti al collegio del tribunale di Avezzano, presieduto dal giudice Zaira Sacchi. A rifersilo il quotidiano Il Centro. 

Si tratta di Giorgia D'Andrea, di Carsoli, Kamal El Mannani, di nazionalità marocchina, Domenico Casalboni, di Anversa, e Mirel Macaj, albanese. Uno dei complici era stato arrestato e processato con un altro rito, arrivando al patteggiamento per un reato minore.

Secondo la ricostruzione,  le vitime, tre giovani marsicani, erano da poco risaliti nell'auto parcheggiata all'interno dei portici.

Prima di imboccare la strada principale sono stati avvicinati dai presunti aggressori che, con violenza, hanno prima tentato di portare via la macchina, facendo uscire i tre diciottenni e salendo sul veicolo, e subito dopo hanno preso un cellulare che era sui sedili. E hanno picchiato uno dei tre.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui