• Abruzzoweb sponsor

CASTELLO MASCI DI MIGLIANICO IN VENDITA: 1,5 MILIONI ''TRATTABILI''

Pubblicazione: 30 maggio 2019 alle ore 17:03

MIGLIANICO - Cinquecento euro al metroquadro, per un totale di un milione e mezzo di euro, prezzo "trattabile": torna in vendita il castello di Miglianico (Chieti), pezzo di storia abruzzese che risale al dodicesimo secolo.

Il sindaco Fabio Adezio, appena rieletto, ha annunciato una serie di progetti per sistemare l'intera area, che rappresenta il centro storico del paese, compresa la mitigazione del dissesto idrogeologico che mina alcuni versanti della collina. 

La storia del castello risale al Medioevo ma all'interno, ricorda Il Centro, sono state trovate due cisterne di epoca precedente. Quando fu costruito, attorno al 1150, era un presidio militare, funzione che mantenne fino al XV secolo, quando passò alla famiglia Orsini, proprietaria del feudo. 

Nel XVIII secolo vi abitò la famiglia Valignani. Nel 1492 i Turchi distrussero Miglianico e il castello fu l'unico rifugio per i superstiti. Nel tempo quindi l'edificio ha subito varie ristrutturazioni. Durante la seconda guerra mondiale ospitava il comando tedesco e perciò fu preso di mira dall'artiglieria alleata. Si salvarono solo poche stanze, ma negli anni '50 il nuovo proprietario Filippo Masci decise di restaurarlo.  Decise di affidare l'opera all'amico e noto architetto Francesco Bonfanti che si avvalse dell'importante contributo dell'altrettanto celebre architetto e designer Gio Ponti. Venne portata a termine così una ristrutturazione-ricostruzione del rudere, realizzando un'opera particolarmente interessante dal punto di vista architettonico. 

La storia della ricostruzione è oggetto di un libro scritto dall'architetto e docente universitario Mosè Ricci. Adesso, però, il castello è disabitato da decenni. È stato riaperto in occasione di una visita del Fai, il Fondo ambiente italiano, e in qualche altra occasione, ma nulla di più.

L'agenzia immobiliare Itutor (www.itutor.it) si sta occupando della vendita dell'imponente edificio. Una compravendita vista di buon occhio anche dal sindaco Adezio: "Il castello è un palazzo molto bello ma purtroppo chiuso da tanto tempo. Come Comune abbiamo diversi progetti per risistemare il centro storico del paese e l'unico tassello che manca è proprio quello relativo allo storico castello".



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui