CHIETI: DI PRIMIO, DURO ATTACCO A D'ALFONSO
''IN CITTA' PER SPOT E SENZA DARE RISPOSTE''

Pubblicazione: 09 ottobre 2017 alle ore 18:55

Umberto Di Primio

CHIETI - "Da quando qualcuno ha fatto trapelare la notizia di una mia possibile candidatura alla presidenza della Regione Abruzzo, Luciano D'Alfonso, mostrando una ineducazione istituzionale, si reca a Chieti per fare conferenze stampa spot, sue e del suo partito, dimenticando che il Teatro Marrucino è del Comune e che il sindaco della città sono io". 

Lo dice in una nota il primo cittadino di Chieti, Umberto Di Primio, commentando la conferenza stampa tenuta questa mattina in città nella sede della Provincia da D'Alfonso. 

"Capisco che avrebbe preferito qualche suo scodinzolante adepto, ma i cittadini di Chieti hanno già dato una risposta nel 2015. Se ne faccia una ragione, rispetti i ruoli e la città - aggiunge Di Primio -. Faccia pure le sue conferenze stampa circondato dalla sua corte celeste e coinvolgendo i destinatari degli interventi regionali che, in buona fede e per educazione, si fanno parte dei suoi incontri con gli organi di informazione, ma dia risposte su temi riguardo ai quali la Regione targata D'Alfonso tace". 

"Non mi sento offeso né piccato per il mancato invito, ormai una abitudine per D'Alfonso - sottolinea Di Primio -. In ogni caso, l'importante è che il governatore dia risposte sulla Sanità e sul territorio, temi sui quali la Regione targata D'Alfonso, al momento, o tace o ha accumulato solo una serie di promesse. D'Alfonso si esprima sul Dea di secondo livello visto che ormai da mesi non proferisce verbo sull'argomento, dica quando verserà il 5 per cento dei finanziamenti per far decollare le opere inserite nel Masterplan, ci dia date certe, visto che sono trascorsi due anni dal suo ultimo annuncio, su quando erogherà le risorse per il risanamento idrogeologico di Santa Maria Calvona e di via Modesto della Porta, i cui residenti da anni stanno subendo gravi disagi, ci dica se vuole finanziare la bonifica dei siti inquinati o di quelli andati in fiamme come la discarica di Colle Sant'Antonio per i quali la Regione dichiara di non voler tirare fuori un euro". 



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui