ENTRANO COME PREVISTO GIANNI TEODORO E SIMONA DI CARLO
CONFERENZA STAMPA INFUOCATA DELL'ASSESSORE REGIONALE

COMUNE PESCARA: ALESSANDRINI VARA NUOVA
GIUNTA. DI MATTEO E DIODATI, ''DIMETTITI!''

Pubblicazione: 25 agosto 2017 alle ore 15:46

Donato Di Matteo e Giuliano Diodati in conferenza stampa

PESCARA - “Attraverso questa nuova composizione della Giunta si ricompongono gli equilibri della coalizione che, nel 2014, ci hanno portato alla guida della città e si salvaguardano gli indirizzi introdotti con l’ingresso nell’esecutivo dell’assessore Stefano Civitarese”.

Così il sindaco di Pescara, Marco Alessandrini, che dopo settimane di scontri e alta tensione ha varato la nuova Giunta, frutto dell’ennesimo rimpasto che ha segnato l’ingresso di Gianni Teodoro, leader della lista civica Scegli Pescara-Lista Teodoro, che alle elezioni non si era presentato e sarà assessore esterno, e del consigliere del Pd Simona Di Carlo.

A farne le spese Laura Di Pietro e soprattutto l’assessore al Bilancio Giuliano Diodati, esponente dem dell’area politica dell’assessore regionale Donato Di Matteo, sacrificato al posto dell’esterno con delega all’urbanistica Stefano Civitarese, professionista di fama per il quale si sono spesi in molti, dal mondo accademico all’Ance, tanto da indurre Alessandrini a un precipitoso dietrofront.

Teodoro avrà le deleghe alle Politiche abitative, Polizia municipale, Patrimonio e contenzioso. La Di Carlo avrà quelle alle Politiche ambientali ai Servizi demografici ed elettorali.

LA RIVOLTA: “ALESSANDRINI DIMETTITI”

Di Matteo e Diodati non l’hanno presa certo bene, tanto che oggi in un’infuocata conferenza stampa hanno chiesto le dimissioni di Alessandrini.

L’assessore regionale, in particolare, ha accusato il suo stesso partito “di pensare solo alle poltrone” e ha pronosticato “nei prossimi mesi una sconfitta per il più importante partito del centrosinistra, se si continua così a livello regionale e comunale”.

Di Matteo è poi arrivato a definire il sindaco Alessandrini “un individuo che si aggira per Pescara e non riesco a capire se sia carne o pesce, imbarazzante per lui stesso e per noi che lo abbiamo sostenuto”.

E ancora, “non facciamo altro che difendere l’operato di un assessore competente e di un amministratore scelto dai cittadini, siamo diversi e mi vergogno al pensiero di essere associato all’idea che contrattiamo poltrone e poltroncine”, ha rincarato.

DI MATTEO: “DA OGGI E’ GUERRA”

"Alessandrini si dimetta per il bene della città, da ora porteremo avanti un'azione libera e critica, al Comune, alla Provincia e in Regione, e soprattutto a Pescara sarà guerra pesante", ha aggiunto.

Di Matteo assolve invece il presidente della Regione Abruzzo, Luciano D'Alfonso, che a suo dire "è responsabile di tutti i disastri ai quali assistiamo in Regione, ma in questa vicenda non c'entra nulla".

Per il rivolto "non è una sconfitta, ma una grande vittoria, perché finalmente possiamo agire liberamente, nel segno di una linea di discontinuità, senza permettere più alcun inciucio e lanciando un messaggio di speranza alla gente in difficoltà".

Nella nuova fase politica annunciata sarà coinvolta la componente del Pd che fa riferimento alla figura di Di Matteo: la parlamentare Vittoria D'Incecco, i consiglieri provinciali Vincenzo Catani e Annalisa Palozzo e i consiglieri comunali Tiziana Di Giampietro, Adamo Scurti e Lola Berardi.

E SULLA REGIONE: ''NON CONDIVIDO IL 90%, MA NON MI DIMETTO"

"Sono 3 anni che sono in sofferenza e il 90% dei provvedimenti non li condivido".

Così si è espresso, a proposito della situazione nella Giunta regionale d'Abruzzo, l'assessore regionale Donato Di Matteo, nella conferenza stampa tenuta a Pescara il giorno dopo l'estromissione del suo fedelissimo Giuliano Diodati dalla Giunta comunale.

"In realtà sapevo che sarebbe finita con l'uomo solo al comando, che adesso si lamenta di non avere nessuno attorno e che finora con il suo cerchio magico ha prodotto solo provvedimenti contrari agli interessi dei cittadini", ha aggiunto sulla situazione della Regione.

"Io però non mi dimetto, perché io analizzo il mio avversario guardandolo negli occhi e per andare via devo essere cacciato", ha concluso Di Matteo.

ALESSANDRINI: “SCELTE DOLOROSE”

Nel comunicato stampa in cui Alessandrini ha annunciato l’esito del rimpasto, riconosce che “sono state scelte molto dolorose, perché hanno comportato la richiesta di un sacrificio a uno di noi che ha ben lavorato sempre e con il massimo impegno, seguendo progetti e attività per il bene della comunità cittadina”.

“Ma come sindaco ho la necessità di mettere davanti a tutto e tutti il bene della città perché, come detto - ha aggiunto - ciò che è iniziato deve ora proseguire per portare risposte in campi che aspettano da troppo tempo soluzioni che sono state ripetutamente promesse e non sono mai arrivate e mai si sono tradotte in pratica”.

“Di certo, smaltita la comprensibile amarezza, continueremo comunque a lavorare per coinvolgerlo sugli impegni strategici che dobbiamo portare avanti”.

LE REAZIONI

RAPINO: "DICHIARAZIONI DI DI MATTEO INACCETTABILI"

"Il sindaco Alessandrini, in questa ultima vicenda relativa alla ricomposizione della Giunta comunale di Pescara, si è fatto carico di una richiesta che proveniva direttamente dal Partito Democratico e dal suo gruppo consiliare: ricucire con i componenti della lista Teodoro. Il Pd Abruzzo riafferma con forza la stima per il lavoro svolto dal sindaco e lo invita ad andare avanti nel percorso stabilito".

Lo afferma in una nota il segretario dem abruzzese Marco Rapino.

"Dopo quasi un anno di incomprensioni era arrivato il momento di risolvere il problema con quella lista e rilanciare questa alleanza per rendere più efficace il lavoro in Giunta e in Consiglio che presto dovranno esaminare importanti provvedimenti per il futuro della città - aggiunge Rapino - Non meno rilevante è la nostra volontà di rendere nuovamente vincente la coalizione di Centrosinistra nelle prossime elezioni comunali, regionali e politiche".

"Come già detto da Donato di Matteo nel corso della conferenza stampa di questa mattina - prosegue la nota del segretario regionale del Pd Abruzzo - il presidente D'Alfonso non ha influito in questa vicenda ma, semplicemente, ha aiutato e continua ad aiutare al fine di ricomporre questo strappo. Il ruolo di Luciano D'Alfonso è quello che deve essere riconosciuto ad ogni amministratore di ogni livello: trovare soluzioni per la propria terra".

"Il Partito democratico non deve in alcun modo risolvere i propri problemi interni attraverso la strumentalizzazione di fatti che risultano incomprensibili per i cittadini - continua Rapino - La Regione oggi ha un presidente che, per la prima volta, è riuscito a renderla protagonista sia attraverso un lavoro continuo e costante sia attraverso una capacità e volontà straordinarie di risolvere i problemi; e di problemi storici la nostra Regione ne aveva e ha tanti, così come tante sono state le emergenze a cui la nostra popolazione è stata sottoposta negli ultimi due anni".

Per Rapino, "l'attenzione per la gestione della cosa pubblica deve guardare al futuro e non fare nuovi debiti per le prossime generazioni. L'Abruzzo gode, oggi, di tanta credibilità sia a Roma che a Bruxelles e il motivo di tutto ciò sta nel fatto che questa Giunta regionale ha saputo trovare la strada giusta per rispondere alle problematiche di tutto l'Abruzzo, trovando interlocutori che, nel passato, non ci hanno mai dato ascolto. Anche per tutte queste ragioni le dichiarazioni rilasciate dall'assessore Di Matteo sono inaccettabili", sbotta.

"Essere parte di una comunità politica non vuol dire coltivare nemici e alimentare climi di guerra. Lo invitiamo a riflettere sulle sue parole e a fare le dovute considerazioni - continua ancora - Come Partito democratico non abbiamo il compito di tessere lodi e fare gli avvocati di difesa, ma di promuovere le ragioni del confronto e del coinvolgimento per offrire una proposta di governo sempre più efficace".

"Anche per questa ragione, come ben sa lo stesso assessore Di Matteo, è nostra intenzione aprire un confronto serrato sull'agenda programmatica della Giunta, in particolare per definire il profilo e la linea che vogliamo seguire nei prossimi ventiquattro mesi di governo. A questo e per questo - conclude il segretario Pd - tutte le componenti del Pd sono invitate a partecipare e contribuire con idee e progetti sostenibili. Abbiamo bisogno di una battaglia di idee e di proposte, non di scenari che echeggino un'atmosfera da Cavalleria rusticana".

LA NUOVA GIUNTA COMUNALE DI PESCARA

Marco Alessandrini
Sindaco, Immagine e comunicazione istituzionale - Attuazione del Programma - Società partecipate - Bilancio - Finanze - Provveditorato - Programmazione economica e finanza innovativa - Controllo di gestione - Spending review - Tributi - Sport - Gestione e manutenzione impianti sportivi - Grandi eventi sportivi - Rapporti Stato-Regione, Autorità di Pubblica sicurezza, Enti ed Area Metropolitana - Forum delle Città dell’Adriatico e dello Ionio - Rapporti con il Comitato ristretto dei Sindaci e con la Asl - Prevenzione della corruzione

Antonio Blasioli
vice sindaco, Lavori Pubblici - Manutenzione stradale e sottoservizi - Grandi Infrastrutture - Personale - Verde urbano - Rapporti con il Consiglio comunale

Antonella Allegrino
assessore Politiche sociali - Piano di zona - Sanità - Pari opportunità - Rapporti Enti di supporto alle autonomie locali - Rapporti e tutela dei consumatori - Assistenza Domiciliare - Teleassistenza - Politiche di sostegno familiare e dell’infanzia

Stefano Civitarese
assessore Urbanistica - Viabilità, Mobilità, Parcheggi e Programmi complessi - Smart city - semplificazione amministrativa - Relazioni internazionali

Giacomo Cuzzi
assessore Attività produttive - Turismo - Artigianato - Industria - Pesca - Commercio - Esercizi pubblici - Mercati - Grandi eventi turistici - Pubblica Istruzione - Mense scolastiche - Edilizia scolastica e relativa manutenzione - Recupero e valorizzazione siti industriali dismessi - Politiche di sviluppo e riqualificazione periferie - Riorganizzazione, gestione e occupazione del suolo pubblico e pubblicità

Giovanni Di Iacovo
assessore Cultura e beni culturali - Politiche giovanili e creatività - Associazionismo sociale e culturale - Rapporti col mondo del volontariato e Servizio Volontario Europeo - Erasmus - Partecipazione e coinvolgimento cittadini

Simona Di Carlo
assessore Politiche Ambientali - Servizi Demografici ed elettorali - Urp - Sistemi informativi e tecnologici - Rapporti con le libere professioni - Zona Franca Urbana e procedimenti di attuazione Zes - Piano Carburanti

Gianni Teodoro
assessore Polizia Municipale - Protezione Civile - Tutela del mondo animale . Demanio Associazionismo sociale - Politiche abitative - Housing Sociale - Edilizia Residenziale pubblica e relativa manutenzione - Politiche Comunitarie e cooperazione internazionale - Contenzioso - Patrimonio

Paola Marchegiani
assessore Igiene e decoro urbano - Raccolta differenziata - Riserva dannunziana e Piano di assetto naturalistico - Tradizioni cittadine

Loredana Scotolati
assessore Sportello Unico - Suap - Suac - Edilizia privata - Cimiteri - Politiche energetiche - Prp portuale



© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI:

RIMPASTO PESCARA: RAPINO, ''INACCETTABILI LE DICHIARAZIONI DI DI MATTEO''

PESCARA - "Il sindaco Alessandrini, in questa ultima vicenda relativa alla ricomposizione della Giunta comunale di Pescara, si è fatto carico di una richiesta che proveniva direttamente dal Partito Democratico e dal suo gruppo consiliare: ricucire... (continua)

ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui