• Abruzzoweb sponsor

CONDANNA DEFINITIVA PER ABUSI SU MINORE: 63ENNE SI TOGLIE LA VITA IN UNA SERRA

Pubblicazione: 25 gennaio 2020 alle ore 17:28

CHIETI - Un uomo di 63 anni, che temeva di finire in carcere in seguito ad una condanna per violenza sessuale divenuta ormai definitiva, si è suicidato impiccandosi in un serra non molto lontano dalla sua abitazione.

Il fatto, del quale ha dato notizia oggi il quotidiano 'Il Centro', è accaduto l'altra sera a Miglianico (Chieti).

L'uomo era stato condannato a quattro anni e sei mesi di reclusione per abusi su una bambina di 8 anni per un fatto accaduto nel 2008: l'altro ieri la Corte di Cassazione ha respinto il ricorso presentato dal legale dell'uomo, l'avvocato Stefano Sessano, il quale ha comunicato l'esito dell'udienza al suo assistito.

Il 63enne, che per questa vicenda si era detto innocente, poco prima di suicidarsi ha postato sul suo profilo Facebook, un messaggio rivolto a sua madre.

Il caso era venuto alla luce in seguito al racconto fatto dalla vittima ad una psicologa della scuola e all'apertura di un'indagine.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2020 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui