CONFINDUSTRIA L'AQUILA: TRATTATIVA RIBELLI-VERTICI,
IMPERATORE PUO' LASCIARE LA CAMERA DI COMMERCIO

Pubblicazione: 19 maggio 2016 alle ore 12:02

Marco Fracassi
di

L’AQUILA - “Si è aperto un confronto proficuo con i vertici di Confindustria L’Aquila, relativo ai chiarimenti sulla politica dell’associazione, ma è nato anche, in prospettiva futura, un cammino volto al bene e alla crescita dell’organismo: questo dimostra che la nostra lettera aperta era utile e nessuno stava pensando alle poltrone”.

Lo comunicano gli imprenditori aquilani del Comitato piccole imprese che, due settimane fa, hanno scritto una lettera aperta al presidente di Confindustria L’Aquila, Marco Fracassi, e al direttore, Carlo Imperatore, dicendosi “preoccupati e in dissenso” in relazione al “susseguirsi di eventi volti a ledere l’immagine di Confindustria L’Aquila e le modalità di gestione utilizzate dalla Direzione e dai vertici che la rappresentano”.

La nota era firmata da Maurizio Fioravanti (Gruppo Fioravanti), Dino Di Fabio (Sodifa), Ezio Rainaldi (Vibrocementi L’Aquila), Francesca Pompa (One Group), Guido Cantalini (Solarplan) e Luigi Silvestri (Silver Service). Quest’ultimo si è poi tirato indietro dalla protesta.

La lettera contiene indicazioni concilianti ma, secondo quanto appreso da AbruzzoWeb, i ribelli otterranno anche risultati concreti: su tutti, le dimissioni di Carlo Imperatore dagli incarichi in Camera di commercio, dopo essere stato contestato da loro in quanto non rappresentativo.

Inoltre, in risposta a un’altra contestazione, si rallenterà sulle trattative con la Confindustria romana per ritornare a trattare con quella di Teramo e con il sistema Abruzzo in generale per eventuali fusioni.

Infine, per fine mese dovrebbe arrivare il nuovo presidente dello stesso Comitato piccola impresa, al posto del dimissionario Luca Sciotti, che tra l’altro aveva anche preso le distanze dalla protesta: il nome dovrebbe uscire da una terna di ribelli: uno tra Maurizio Fioravanti, Dino Di Fabio e Francesca Pompa.

“È stato dato seguito alla lettera - spiegano gli imprenditori che hanno sollevato il caso - Il percorso di lavoro sarà articolato: dopo determinati e opportuni passaggi formali che lo stesso presidente compirà all’interno dell’associazione, seguiranno progetti di comunicazione all’esterno degli obiettivi che ci stiamo prefiggendo, su tutti rafforzare l’immagine confindustriale e la crescita associativa”.

Una migliore concertazione delle strategie di sviluppo che avverrà “mettendo da parte, al contrario di quanto qualcuno ha voluto pensare, le velleità di poltrone e gli obiettivi personali che certo non erano al centro del discorso”, assicurano.

“A oggi possiamo dire che si è aperto un fruttuoso scambio di chiarimenti per una crescita complessiva del sistema - concludono gli imprenditori - Un sano confronto che si è reso necessario e che dimostra quanto le nostre rimostranze fossero ragionevoli e fondate”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI:

CONFINDUSTRIA L'AQUILA: PMI IN RIVOLTA, 'DECISIONI PRESE DA POCHI E NON CONDIVISE'

L’AQUILA - Decisioni prese da pochi e scarsa condivisione con la base degli iscritti: è in rivolta il Comitato piccole imprese di Confindustria dell’Aquila, presieduto da Luca Sciotti. Il subbuglio si è scatenato contro la gestione considerata... (continua)

CONFINDUSTRIA L'AQUILA: PMI RIBELLI, ''IMPERATORE LASCI GLI INCARICHI''

L’AQUILA -“Le modalità di gestione utilizzate dalla Direzione e dai vertici che la rappresentano ci trovano fortemente preoccupati e in dissenso”. È diventata una lettera aperta ai vertici di Confindustria L’Aquila la protesta contro la gestione considerata... (continua)

CONFINDUSTRIA L'AQUILA: FRACASSI, ''QUI SI DISTRUGGE NON SI ASSOCIA''

di Alberto Orsini
L’AQUILA - “I ribelli? Hanno un comportamento distruttivo, non associativo”. Non accenna a diminuire la guerra interna a Confindustria L’Aquila con la sollevazione di alcuni esponenti del Comitato piccola industria che, in una lettera aperta al presidente,... (continua)

CONFINDUSTRIA L'AQUILA: E' GUERRA APERTA TRA PRESIDENTE E RIBELLI

L’AQUILA  - Si fa cruenta la guerra di Confindustria L’Aquila, con i dissidenti del Comitato Piccola e media impresa smentiti dal loro stesso presidente, Luca Sciotti, peraltro dimissionario. I ribelli hanno spedito una lettera di fuoco contro... (continua)

ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui