CONGRESSO ARCI PESCARA: CAMUSSO, ''TAVOLO ILVA-GOVERNO DEVE RIPARTIRE''

Pubblicazione: 09 giugno 2018 alle ore 17:34

Susanna Camusso

PESCARA - "L'urgenza è che il tavolo con l'azienda e con il governo riparta e che non si accarezzino fantasie che nulla hanno a che fare con la permanenza significativa di una grande acciaieria". Così la segretaria generale della Cgil, Susanna Camusso, questa mattina a Pescara, a margine del diciassettesimo congresso nazionale dell'Arci, rispondendo a una domanda sul futuro dell'Ilva.

"La nostra visione non muta di fronte al fatto che è cambiato il Governo - ha rimarcato Camusso - Continuiamo a pensare che è necessario che partano rapidamente gli investimenti per l'ambientalizzazione dell'azienda e quelli che erano stati promessi per la città, a partire da quelli sulla salute. Per farlo, bisogna concludere la vendita dell'Ilva - ha detto ancora la Camusso - Quella vendita, ovviamente, deve essere una vendita che salvaguarda l'occupazione e le prospettive contrattuali e salariali dei lavoratori".

"Il caso Amazon è la dimostrazione che, anche se si è davanti a dei giganti, a uno degli otto uomini più influenti e importanti al mondo, si possono costruire le condizioni affinché ci sia un lavoro dignitoso, riconosciuto e che rispetta le regole".

Così Susanna Camusso, dopo che ieri l'Ispettorato Nazionale del Lavoro ha notificato ad Amazon, al termine di una serie di accertamenti, che sono state sforate le quote per l'utilizzo dei lavoratori somministrati e che ora la multinazionale dovrà assumere 1.300 lavoratori interinali.

"Adesso - ha proseguito Camusso - ci dovrà essere innanzitutto un confronto per portare a regolarità i rapporti di lavoro dentro Amazon ".

La segretaria generale della Cgil ha ricordato "che tutto parte da uno sciopero che facemmo nel black Friday, giornata simbolo dell'e-commerce mondiale, che ha permesso non solo ai lavoratori di reagire e organizzarsi, ma al mondo di scoprire che, dietro tanta dichiarazione tecnologica, c'erano forme antiche di lavoro, che sfruttavano la precarietà". 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui