CONSULENZE ALL'ARAP: LA PRECISAZIONE DI GRIPPO
''MIEI INCARICHI SVOLTI TUTTI A TITOLO GRATUITO''

Pubblicazione: 17 febbraio 2017 alle ore 16:13

L'AQUILA - "I miei incarichi all’Arap sono stati svolti a titolo gratuito".

A renderlo noto è Ernesto Grippo, comandante della Polizia municipale dell’Aquila, ed ex capo di gabinetto del Presidente della Giunta Regionale Luciano D’Alfonso, in merito all’elenco reso noto dalla Uil Funzione pubblica, e allegato ad una relazione inviata alla Regione, dei quasi 1,4 milioni di euro di consulenze, forniture e affidamenti esterni dell'Agenzia regionale per le attività produttive. Il sindacato è infatti mobilitato contro i paventati licenziamenti e dunque contesta la gestione dell’ente che ha sostituito i consorzi industriali abruzzesi, da parte dell’ex-commissario e ora presidente Giampiero Leombroni. Per le spese appunto ritenute eccessive ed errate, tra cui la nomina del direttore generale non previsto dallo statuto, l’affitto della sede di Cepagatti (Pescara), e non si esclude, anche alcuni degli incarichi esterni che potevano essere svolte, a detta del sindacato, da professionalità interne all’azienda.

Nel lungo elenco anche Grippo, che però contesta la veridicità dell’importo a lui attribuito nell’elenco stilato dalla Uil, che si riferiscono al suo essere stato membro della commissione per la selezione del direttore generale.

"Fui indicato – spiega Grippo in una nota inviato ad Abruzzoweb  - dal commissario Leombroni quale componente della Commissione per la selezione del direttore generale dell’Arap. La mia disponibilità è stata data precisando che non avrei accettato alcun compenso e infatti alcun compenso né rimborso spese mi è stato riconosciuto Risultano non rispondenti al vero gli importi di euro 3.600 e 4.800 euro per la parte riconosciuta al sottoscritto. Ricordo comunque che agli altri componenti l’importo riconosciuto non era certo di quella entità”.

E Grippo coglie l’occasione anche di difendere le modalità di selezione di quel bando che portarono a diventare direttore generale Antonio Sutti. In particolare Forza Italia in consiglio regionale ha ironizzato infatti sul requisito della conoscenza della lingua portoghese, oltre al consueto e prevedibile inglese.

“In ordine alle modalità di selezione adottate – spiega però Grippo - ci si è attenuti al Bando e si è provveduto a selezionare i curriculum ritenuti più affini alla posizione da ricoprire. I soggetti individuati sono stati convocati per un colloquio e poiché tra i requisiti si chiedeva di indicare una o più lingue conosciute la commissione ha preso atto che tutti i candidati avevano indicato la lingua inglese ed un candidato aveva indicato anche lingua portoghese. Pertanto si è provveduto a chiedere la nomina di due componenti aggiuntivi uno per la lingua inglese ed uno per la lingua portoghese al fine di accertare la conoscenza dichiarata dai candidati. Risulta pertanto falso e fuorviante affermare che “il bando della Regione prevedeva il particolare requisito della conoscenza della lingua portoghese”, ma si è trattato solo di un accertamento dovuto rispetto alle dichiarazioni dei candidati che comunque non ha inciso minimamente sull’esito finale della selezione”.

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI:

BUFERA ALL'ARAP: UIL DENUNCIA, ''MILIONI PER CONSULENZE E SPESE INUTILI''

di Filippo Tronca
TERAMO - "All'Arap da una parte si propone il licenziamento collettivo di 31 unità e il demansionamento di altri, dall’altra sono stati spesi, nella gestione commissariale, quasi1,4 milioni di euro per incarichi, consulenze esterne e sono... (continua)

ALTRE NOTIZIE

  • Abruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento
 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui