• Abruzzoweb sponsor

CRACK POPOLARE BARI: NASCE COMITATO SINDACI PER DIPENDENTI E CORRENTISTI

Pubblicazione: 14 gennaio 2020 alle ore 19:28

PESCARA - Vertenza Banca Popolare di Bari: sindaci pescaresei e sindacati in assemblea lanciano una task-force perl’incontro con il commissario.

L’assemblea, cui hanno preso parte i sindaci e le sigle sindacali, riunitasi nel pomeriggio a palazzo di città su iniziativa del primo cittadino di Pescara Carlo Masci, ha accolto la proposta di quest’ultimo di dar vita a un comitato ristretto che possa rappresentare le istanze del territorio riguardo alla profonda crisi che ha colpito la Banca popolare di Bari.

Com’è noto sono circa 800 i dipendenti della Bpb in Abruzzo e circa 100 gli sportelli che svolgono un ruolo strategico e di servizio fondamentale sia riguardo all’accesso al credito per tante piccole imprese del territorio sia per i servizi finanziari a favore della popolazione.

Prima del sindaco di Pescara erano intervenuti i rappresentanti sindacali che avevano sottolineato come proprio questa mattina la stessa Banca d’Italia - sul suo sito on-line - avesse smentito le voci ricorrenti che hanno attribuito all’acquisizione di Caripe e Banca Tercas da parte di Bpb la principale causa del crack dell’istituto pugliese. .

All’assemblea hanno preso parte i sindaci Franco Marinelli (Cugnoli), Francesco Del Biondo (Pietranico), Gino Di Bernardo (Brittoli), Simone D’Alfonso (Lettomanoppello), Giorgio De Luca (Manoppello), Luciano Di Lorito (Spoltore) e Gino Cantò (Cepagatti). 



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2020 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui