DAI SOCIAL ALLA REALTA': PARTECIPATA ASSEMBLEA DI ''L'AQUILA CHE VORREI''

Pubblicazione: 14 novembre 2017 alle ore 09:43

I promotori di L'Aquila che vorrei

L'AQUILA - Diventa un movimento reale, da pagina virtuale quale era, e alla prima occasione pubblica riempie la sala della sede municipale di Palazzo Fibbioni.

"L'Aquila che vorrei" ha infatti deciso di intraprendere la via del confronto al posto di fermarsi alla piattaforma multimediale dalla quale è nata.

Tanti i proposti tra cui condivisione, collaborazione e solidarietà tra progetti, idee, eventi e programmi.

Ad intervenire sono stati l’ideatore del gruppo Facebook che da qualche contribuisce ad animare il dibattito cittadino, Fabrizio Pieri, candidato con la lista Benvenuto presente a sostegno di Pierluigi Biondi alle scorse amministrative, il fondatore del movimento Prima L’Aquila, Alessio Ciccone, candidato con Rivoluzione cristiana sempre a sostegno di Biondi, Giovanni Cappelli, candidato con il centrodestra alle provinciali del 2010, e tanti aquilani che in qualche modo hanno voluto esporre o scrivere le proprie proposte o problematiche nel pensiero del "L’Aquila che vorrei".

"La mia idea è quella di avere, attraverso il gruppo, riscontri, progetti, idee, ricevere critiche (costruttive), pubblicare e informare" dice Pieri in una nota.

"Mi piacerebbe che nel gruppo venga stimolata la fantasia e la voglia di noi aquilani, sempre rimanendo con i piedi per terra, in merito a cosa piacerebbe avere nella nostra città, un modo nuovo di coinvolgere e dare voce al popolo".

"Da dove partire se non da qui, da Palazzo Fibbioni, casa degli aquilani", aggiunge Ciccone, "è giusto che gli aquilani siano partecipi nel progetto più grande, quello di ricostruzione del nostro tessuto sociale, anche attraverso la risoluzione dei piccoli problemi quotidiani che rendono la nostra città più vivibile".

"Un ringraziamento alle associazioni presenti", dice Giovanni Cappelli, "come Forza l’Aquila. Loro sono la benzina per questo territorio, sono la voce del popolo che unito porterà ad una sicura vittoria".

Quello di ieri è stato annunciato come il primo incontro di una lunga serie "per recepire problematiche nel tentativo di risolverle e accogliere proposte con la speranza di attuarle".

"Da qui le prime proposte, nuovi spazi di socialità per i più piccoli e per le attività sportive nelle zone più abitate della città, proposte per il decoro urbano, per la sicurezza come l’istallazione di apparecchiature apposite, per la socialità degli anziani, rilancio dell'economia della città e della vita nel centro storico, un inizio in attesa del prossimo incontro".

I promotori ringraziano infine il sindaco Biondi "per l’ospitalità e l’attenzione a questo progetto partecipativo".

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui