DEGRADO MONTESILVANO, APP PER LE RONDE
ECCO IL 'PACCHETTO' SICUREZZA DEI COMITATI

Pubblicazione: 10 agosto 2017 alle ore 07:00

di

MONTESILVANO - Restituire il decoro a Montesilvano (Pescara), attuare il Daspo urbano, limitare il numero di migranti nel litorale, intensificare i controlli da parte delle forze dell'ordine e istituire delle ronde di volontari, coordinati da un'applicazione per smartphone.

Questo il 'pacchetto', che comprende anche la tecnologia, sulla sicurezza e contro il degrado che hanno in mente i comitati cittadini #riprendiamociMontesilvano e via Firenze, che insieme ad altri residenti delle zone interessate hanno manifestato sotto la Prefettura di Pescara lo scorso 4 agosto, chiedendo di essere ricevuti dal prefetto Francesco Provolo.

Incontro che in effetti c'è stato, ma con il vice prefetto Carlo Torlontano

"Siamo soddisfatti - dichiara ad AbruzzoWeb Osvaldo Cucciniello, presidente del comitato via Firenze - siamo stati ricevuti insieme al portavoce del comitato #RiprendiamociMontesilvano Marco Forconi e abbiamo avuto un lungo colloquio con il vice-prefetto, che ha mostrato sensibilità e attenzione verso le nostre richieste, impegnandosi affinché venga ripristinata la sicurezza dei cittadini nelle zone critiche di Montesilvano".

Più controlli e pugno duro verso chi delinque, ma, se non dovesse bastare, arriva l'App per le ronde. 

A lanciare il progetto è proprio Cucciniello.

"La nuova App è in fase di sperimentazione - spiega - appena sarà pronta verrà portata all'attenzione del Consiglio comunale e poi della Regione. In pratica, i cittadini diventano guardiani del territorio e se avvertono situazioni di pericolo, inviano un messaggio al vigilante che monitora la zona il quale, a sua volta, provvederà ad avvisare le forze dell'ordine".

Una soluzione che è già realtà in Friuli Venezia Giulia, dove addirittura la Regione ha deciso di finanziare l'iniziativa.

Un contributo a cui aspirano i cittadini del comitato. "Ci auguriamo di poter seguire questa stessa linea - aggiunge Cucciniello - i residenti sono esasperati e la situazione non accenna a migliorare, creando, tra l'altro, gravi danni al nostro turismo".

Tra le richieste portate in prefettura, anche quella di istituire nei luoghi con maggiore criticità, la zona a traffico limitato. 

"Potrebbe essere una buona soluzione, seppur palliativa - il giudizio del presidente del comitato - limitando il traffico, prostitute e protettori sarebbero costretti a spostarsi altrove".



© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI:

MIGRANTI MONTESILVANO: CITTADINI IN PREFETTURA CHIEDONO SOLUZIONI

MONTESILVANO - Attuazione del Daspo urbano, intevento delle fiamme gialle per il commercio abusivo e lo spaccio intorno al pontile di Fosso Cavatone, la cessazione anticipata del Centro di assistenza straordinaria (Cas) Excelsior di via Bradano,... (continua)

ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui