• Abruzzoweb sponsor

DEGRADO QUARTIERE AQUILANO SAN GIACOMO: ''SIAMO STATI ABBANDONATI DA ISTITUZIONI''

Pubblicazione: 14 maggio 2019 alle ore 11:53

di

L’AQUILA - Erba alta e incolta, spazzatura lasciata ai bordi delle strade, spazi verdi invasi da bottiglie rotte, manto stradale pieno di buche e dissestato; questo lo scenario in cui si presenta ai tanti residenti del quartiere aquilano di san Giacomo.

Uno stato definito dagli stessi di "degrado" a cui loro malgrado sono costretti ad assistere; la denuncia ad AbruzzoWeb arriva proprio da un lettore, residente nel quartiere da tanti anni, che ha immortalato la situazione con una serie di immagini,

"Sono anni che viviamo questa situazione - spiega il lettore - anche da prima del terremoto e tanti aquilani di buona memoria possono sicuramente confermare".

"In questo quartiere - aggiunge - si trova un centro comunale per anziani, un luogo di ritrovo dove si svolgono feste e grigliate, durante le elezioni funge anche da seggio elettorale e si trova adesso in uno stato di totale incuria".

Intorno al centro, bottiglie rotte e disperse nell’area verde antistante che dovrebbe essere riservata ai giochi dei più piccoli

"Come possiamo pensare di protare qui i nostri bambini? Diventa anche pericoloso, dovrebbe essere un luogo di aggregazione e non un campo minato da schifezze!". A questo poi aggiungiamo che l’incuria e la spazzatura abbandonate fanno da veicolo per animali randagi di ogni genere che cercano tra i rifiuti qualcosa da mangiare".

A tutto ciò si aggiunge anche l'assenza di un'adeguata segnaletica; "su Via Fontegrossa, angusta strada comunale mai ampliata a suo tempo, in considerazione del costante sviluppo abitativo del quartiere, (la strada che dalla chiesa di San Giacomo conduce alla cava di inerti e procede per Aragno e Collebrincioni), risulta assente la segnaletica stradale con il limite di velocità di 30 km/h apposta unicamente sulla piazza e all' inizio con un vecchio cartello scolorito e quasi illeggibile".

"Spesso le macchine la mattina percorrono questo tratto pensando di stare a fare un rally, siamo molto preoccupati. È vergognoso che nessuno intervenga, ma del resto il Comune ha evidentemente ben altro a cui pensare, siamo cittadini come gli altri, come quelli del centro storico o delle altre zone della città, paghiamo le tasse come tutti e meritiamo rispetto!", conclude.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui