DELITTO RAPPOSELLI: I SANTOLERI A PROCESSO PER OMICIDIO E SOPPRESSIONE CADAVERE

Pubblicazione: 11 settembre 2018 alle ore 14:44

Renata Rapposelli

TERAMO - Si aprirà il prossimo 16 gennaio il processo per omicidio volontario e soppressione di cadavere a carico di Giuseppe e Simone Santoleri, rispettivamente padre e figlio accusati dell'omicidio della pittrice teatina Renata Rapposelli (ex moglie e madre dei due imputati).

La Procura di Teramo ha infatti firmato il decreto di giudizio immediato. I due uomini, assistiti dagli avvocati Gianluca Reitano, Gianluca Carradori e Alessandro Angelozzi, sono in carcere da marzo, l'ex marito della donna, Giuseppe Santoleri al Castrogno di Teramo, e il figlio Simone a Lanciano (Chieti).

Secondo l'accusa i due avrebbero ucciso la donna, arrivata a Giulianova (Teramo) proprio per incontrare l'ex marito e il figlio, lo scorso 9 ottobre, al termine di un'accesa discussione per questioni economiche.

A denunciare la scomparsa di Renata Rapposelli erano stati alcuni amici della donna, con il cadavere ritrovato diversi giorni dopo in una scarpata vicino al fiume Chienti, nelle Marche.

Gli avvocati Gianluca Reitano, Gianluca Carradori e Alessandro Angelozzi, legali di Giuseppe e Simone Santoleri hanno annunciato che inizieranno subito, "con propri consulenti, ad analizzare il fascicolo delle indagini per poi evidenziare in dibattimento le varie contraddizioni, già in parte rilevate in sede di Riesame, degli esiti degli accertamenti scientifici e medico legali".

"Nel pieno rispetto delle iniziative assunte dall'ufficio del pubblico ministero e del provvedimento del gip - dichiarano i legali - precisiamo che in tale fase non era previsto alcun contraddittorio con la difesa e pertanto la valutazione del gip, nell'accogliere la richiesta del pubblico ministero sulla evidenza della prova che giustificherebbe il giudizio immediato, è fondata solamente sul materiale investigativo offerto dalla Procura, senza possibilità di interlocuzione".

"Peraltro le indagini non sono ancora tecnicamente concluse - aggiungono - poiché non è ancora stato comunicato l'esito degli accertamenti sul terriccio repertato dalla autovettura dei Santoleri, accertamento che, tra gli altri, verosimilmente potrebbe essere favorevole alla difesa".



© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI:

MORTE RAPPOSELLI: SI CERCA DNA INDAGATI SU VESTITI PITTRICE

ANCONA - Gli inquirenti cercano il dna degli indagati sui vestiti e sul cadavere di Renata Rapposelli, la pittrice chietina residente da tempo ad Ancona, scomparsa il 9 ottobre scorso a Giulianova (Teramo) dopo aver fatto... (continua)

PITTRICE SCOMPARSA RITROVATA MORTA, PER GIP RAGIONI ECONOMICHE E VECCHI RANCORI I MOVENTI

GIULIANOVA - È un duplice movente quello che il gip di Ancona, nelle 55 pagine dell'ordinanza di custodia cautelare, individua a carico di Simone e Giuseppe Santoleri, rispettivamente figlio ed ex marito di Renata Rapposelli, arrestati... (continua)

DELITTO RAPPOSELLI: UDIENZA 19 APRILE, SU RICHIESTA SCARCERAZIONI

TERAMO - E' stata fissata per il 19 aprile alle 9 l'udienza al tribunale del Riesame di L'Aquila in cui si discuterà il ricorso presentato dagli avvocati di Giuseppe e Simone Santoleri per chiedere la scarcerazione... (continua)

ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui