DIRIGENTE REGIONE PROSCIOLTO DALL'ACCUSA DI USARE AUTO DELL'ENTE

Pubblicazione: 06 ottobre 2017 alle ore 18:43

TERAMO - Comparso oggi davanti al Giudice dell'Udienza Preliminare (Gup) del Tribunale di Teramo, che avrebbe dovuto decidere se rinviarlo a giudizio o meno per peculato, Giorgio Fausto Chiarini, dirigente della Regione Abruzzo ha avuto oggi una sentenza di non luogo a procedere.

Per l'imputato, il pubblico ministero aveva chiesto il rinvio a giudizio per l'uso improprio di un'auto di servizio, in particolare nel tragitto casa-lavoro, con una spesa a carico dell'Ente Regione - sempre secondo l'accusa - di 3.613 euro tra autostrada e carburante.

I fatti risalivano ad un periodo compreso tra il dicembre del 2013 e il novembre del 2014.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui