UN CAVILLO LEGISLATIVO SALVA SOLO LA MAGNACCA SU CUI PUNTA FORZA ITALIA

ELEZIONI POLITICHE: NIENTE DIMISSIONI
NEI TEMPI, SINDACI ABRUZZESI FUORIGIOCO

Pubblicazione: 17 novembre 2017 alle ore 06:45

di

L'AQUILA - Sono fuori dai giochi per le elezioni politiche i sindaci abruzzesi dei Comuni superiori a 20 mila abitanti: le mancate dimissioni entro il 15 settembre, infatti, precludono loro la possibilità di una candidatura al Parlamento.

L'unica eccezione, grazie a un escamotage, potrebbe essere quella della sindaca di San Salvo (Chieti), Tiziana Magnacca, sulla quale è infatti pronta a puntare Forza Italia.

In base a un cavillo normativo, secondo gli esperti del partito, la sua candidatura sarebbe infatti resa possibile da un articolo della legge sulle incandidabilità che fa riferimento al 1995, anno in cui San Salvo ancora non superava i 20 mila abitanti.

Secondo la principale corrente di pensiero, per potersi candidare alla Camera o al Senato i sindaci dei Comuni maggiori si sarebbero dovuti dimettere entro il 15 settembre, 6 mesi prima, cioè, della scadenza naturale della legislatura, iniziata il 15 marzo del 2013 e che, per questo, si conclude lo stesso giorno e lo stesso mese del 2018.

Un'altra interpretazione, tuttavia, calcola i 6 mesi di tempo dalla data del voto che, com'è noto, ancora non viene fissata, visto che il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, non ha neppure sciolto le Camere. E in base a quanto previsto dalla Costituzione, il voto può essere fissato fino a 70 giorni dopo la conclusione della legislatura, in questo caso, perciò, si arriverebbe alla fine di maggio.

Ma escludendo questa seconda lettura, da molti considerata illegittima, non ci sarebbe spazio né per il sindaco di Giulianova (Teramo), Francesco Mastromauro del Partito democratico, che non ha mai nascosto la propria volontà di correre per uno scranno romano, né per quelli di Teramo, Maurizio Brucchi, alle prese con una annosa crisi di maggioranza, e di Chieti, Umberto Di Primio, entrambi di Forza Italia, dopo che il secondo ha chiuso la parentesi alfaniana.

Chi vuole candidarsi, d'altra parte, e forse ha anche già avuto garanzie dal proprio partito, si è già dimesso. Nel centrodestra, è il caso dei sindaci di Perugia, Ascoli Piceno, Venezia e Trieste.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI:

LA NUOVA LEGGE ELETTORALE: IN ABRUZZO 7 ELETTI CON I 'DERBY', 14 DAI 'SOLITI' LISTINI

di Alberto Orsini
L’AQUILA - L’Italia ha una nuova legge elettorale “mista”, il cosiddetto “Rosatellum 2.0”, che tra qualche mese eleggerà un terzo delle nuove Camere con il maggioritario e due terzi con il proporzionale, e l’Abruzzo comincia a... (continua)

ELEZIONI POLITICHE 2018: IL TOTO CANDIDATI IMPAZZA, IL PD RISCHIA BRUTTO ALLA CAMERA

di Alberto Orsini
L’AQUILA - Una novità sondaggistica sconvolge il “toto candidati” per le Politiche 2018: il centrosinistra abruzzese rischia il “cappotto” alla Camera alle prossime elezioni con la nuova legge elettorale Rosatellum 2.0. Difatti, nei “derby” nome contro nome... (continua)

ELEZIONI AMMINISTRATIVE: 28 COMUNI AL VOTO IN ABRUZZO, MA SORPRESE PER IL PARLAMENTO

di Marco Signori
L'AQUILA - Ventotto i Comuni abruzzesi chiamati al voto nella primavera 2018, numero che potrebbe, però, aumentare qualora emergesse la possibilità, per qualche sindaco, di correre per uno scranno parlamentare, che comporterebbe le sue dimissioni (secondo... (continua)

ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui