EPILESSIA: BIMBA DI VASTO TORNA A SPERARE, INTERVENTO ELIMINA PARTE MALATA

Pubblicazione: 20 luglio 2018 alle ore 07:30

VASTO - Grazie a un delicatissimo intervento chirurgico, eseguito all'ospedale Salesi di Ancona dall'equipe guidata dai neurochirurghi Roberto Trignani e Michele Luzi, una bambina di Vasto (Chieti), di soli 3 anni, effetta da epilessia può tornare a sperare in una vita migliore.

Improvvisi e violenti attacchi epilettici hanno messo più volte a rischio la sua vita, tanto che fino a pochi giorni fa la sua breve esistenza era stata un inferno, ma grazie all'intervento, è il terzo caso in Italia, la piccola può tornare a vivere.

L'operazione, di quello che è stato definito un intervento "storico", è durata 7 ore ed ha interessato la parte considerata "malata" del cervello della bimba.

Le crisi epilettiche erano continue e i farmaci non riuscivano a risolvere il problema che interessava un intero emisfero cerebrale, scatenando l'attacco.

Le statistiche dimostrano che quando il paziente è piccolo riesce a recuperare meglio.

Adesso è il tempo della speranza e in città fanno tutti il tifo per lei e non vedono l'ora di riabbracciarla.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui