FONDI A24-A25: DI PANGRAZIO, ''AUTOSTRADE NAZIONALI, PAGHI GOVERNO''

Pubblicazione: 12 ottobre 2018 alle ore 15:43

Giuseppe Di Pangrazio

L'AQUILA - "Le autostrade sono nazionali ed europee e la norma prevede che la messa in sicurezza la paghi il governo che, tra l'altro, incassa royalty per 56 milioni di euro dai pedaggi e non può scippare 200 milioni di euro agli abruzzesi. È una questione che riguarda la Regione senza appartenenza politica o sociale, tutti devono impegnarsi a scongiurare uno scippo che farebbe venire meno impegni presi e progetti ufficiali che migliorano il benessere degli abruzzesi". 

Così il presidente del Consiglio regionale d'Abruzzo, Giuseppe Di Pangrazio, sulla vicenda "dei fondi per la messa in sicurezza delle autostrade A24 e A25 sottratti al Masterplan Abruzzo". 

"Ora bisogna chiamare a raccolta tutti e impegnarsi insieme per far capire al Governo gialloverde che si tratta di fondi degli abruzzesi - Auspico che tutte le parti in causa portino avanti l'istanza di correzione dell'errore, considerando che, se non verrà modificato, si farà un torto all'Abruzzo" ha dichiarato Di Pangrazio in una conferenza stampa tenuta all'Aquila insieme al presidente vicario della Giunta regionale, Giovanni Lolli. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui