PER IL GIUDICE ''DON PINTON NON HA COMMESSO IL FATTO''; PER I LEGALI ''IL BENE RIMASTO A DISPOSIZIONE CURIA''. SODDISFATTO CARDINALE PETROCCHI

FURTO MEDAGLIA PAPALE: SACERDOTE
AQUILANO ASSOLTO CON FORMULA PIENA

Pubblicazione: 04 luglio 2018 alle ore 20:53

Don Daniele Pinton

L’AQUILA - Il Giudice per le indagini preliminari del Tribunale dell’Aquila, Giuseppe Romano Gargarella, ha assolto con formula piena per non avere commesso il fatto don Daniele Pinton, rettore della chiesa di Santa Maria del Suffragio del capoluogo abruzzese, nota come “Anime Sante”.

Il sacerdote  era accusato del furto di una medaglia, che si presume donata da Papa Paolo VI, che sarebbe stata sottratta dalla teca nella quale si trovano le spoglie di Celestino V.

Sulla vicenda giudiziaria, iniziata due anni fa e che ha provocato molto clamore, quando l’autorità giudiziaria ha fatto recapitare al sacerdote canonico onorario del capitolo metropolitano, un avviso di garanzia nel quale gli veniva contestato il furto aggravato.

Dopo le indagini lo stesso Pubblico ministero, David Mancini, aveva chiesto l’archiviazione alla quale si era opposto il Gip.

Gli avvocati Dario e Deborah Visconti, Carla Mannetti ed Erminio Di Timoteo, legali del prelato, hanno chiesto il giudizio abbreviato e il processo è stato celebrato contestualmente.

Da fonti interne alla Curia aquilana si è appreso che l’Arcivescovo e Cardinale, Giuseppe Petrocchi, si è detto soddisfatto per l’assoluzione.

Gli avvocati in una nota spiegano che nel dispositivo letto in aula emerge “che non sussiste nessuno degli elementi che caratterizzano il reato contestato di furto, in quanto per la medaglia raffigurante l’effige di Papa Paolo VI non vi è stata sottrazione del bene, poiché lo spostamento è stato autorizzato all’epoca dei fatti dall’Arcivescovo Giuseppe Molinari”.

“Inoltre - continuano - non vi è stato l’impossessamento in quanto il bene è rimasto nella disponibilità della curia : la medaglia , infatti, è stata spostata dall’urna di San Pietro Celestino al Centro Pastorale Paolo VI, entrambi di proprietà dell’Arcidiocesi dell’Aquila”, luogo sacro di nuova realizzazione confinante con la chiesa delle Anime Sante. Secondo quanto deciso dal giudice “non vi è stato profitto, poiché il sacerdote non ha avuto nessun vantaggio nel posizionare la medaglia all’interno del Centro Pastorale Paolo VI”.

I legali sottolineano ancora di voler porre l’accento “sulla importante dichiarazione dell’Arcivescovo Molinari, secondo il quale il processo non sarebbe dovuto neppur iniziare essendo l’attività posta in essere da don Daniele Pinton finalizzata al bene della collettività”. 

La vicenda è iniziata 2 anni fa, quando l’autorità giudiziaria ha fatto recapitare al sacerdote canonico onorario del capitolo metropolitano, un avviso di garanzia nel quale gli veniva contestato il furto aggravato nel dicembre del 2016.

Il fascicolo è stato aperto dalla magistratura ascoltando le intercettazioni di un’altra indagine, riguardante presunte irregolarità nell’ambito degli appalti per la ricostruzione delle chiese e che coinvolgeva alcune persone rinviate a giudizio, tra le quali lo stesso sacerdote, che però è stato scagionato nella fase istruttoria. 

A marzo 2017, poi, si è appreso che quella medaglia si trovava in un museo per cui era inverosimile ipotizzare un furto, tanto che il Pm aveva chiesto l’archiviazione dell’inchiesta.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI:

L'AQUILA: SACERDOTE INDAGATO PER FURTO DI MEDAGLIA PAPALE, MA LUI NEGA

L’AQUILA - Un giovane sacerdote di origini brianzole, ma da anni all’Aquila, don Daniele Pinton, è indagato dalla procura della Repubblica del capoluogo per il furto, dalla teca che contiene il corpo di Papa Celestino V,... (continua)

LA MEDAGLIA ''RUBATA'' E' IN UN MUSEO, CHIESTA ARCHIVIAZIONE SACERDOTE

L’AQUILA - La procura della Repubblica dell'Aquila fa marcia indietro e chiede l’archiviazione dell’inchiesta per furto a carico di don Daniele Pinton, rettore della chiesa Anime Sante. Pinton, più in particolare, era accusato del furto di una... (continua)

FURTO DI MEDAGLIA PAPALE A L'AQUILA, IMPUTAZIONE COATTA PER DON PINTON

L’AQUILA - Colpo di scena nel procedimento penale a carico di don Daniele Pinton, rettore della chiesa delle Anime Sante dell’Aquila, accusato di furto di una reliquia. Il gip del tribunale del capoluogo, Guendalina Buccella, pur a... (continua)

ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui