GIORNATA FAI TRA I TESORI DELL'ABRUZZO
UN SUCCESSO, ''QUESTA FORMULA E' VINCENTE''

Pubblicazione: 16 ottobre 2017 alle ore 07:00

L'AQUILA – La Giornata Fai (Fondo ambiente italiano) d’Autunno promossa della delegazione dell’Aquila ha fatto registrare ieri “un successo di partecipanti al di sopra di ogni aspettativa”.

Pieni – fa sapere lo stesso Fai –  sia al mattino che al pomeriggio, tutti i siti aquilani scelti dalla delegazione del capoluogo d'Abruzzo e molti gli apprezzamenti ricevuti.

“Bravissimi i giovani ciceroni dell'Istituto superiore aquilano 'Duca d'Aosta', indirizzo Turismo, che nel sito di Roio Colle hanno tenuto le visite guidate.

“Questa è una formula vincente – il commento del capo della delegazione aquilana, la professoressa Enza Turco – che ogni anno ci regala sempre più soddisfazioni. Le emozioni che tanti visitatori ci hanno trasmesso nello scoprire o riscoprire alcuni luoghi così importanti e suggestivi, premiano i nostri sforzi”.

I SITI VISITATI

PRATA D’ANSIDONIA

Oratorio della Madonna delle Grazie. Poco distante dalla chiesa parrocchiale dove si ammira il fantastico ambone, si trova l’Oratorio della Madonna delle Grazie che conserva al suo interno un affresco di Pietro di Castel del Monte, raffigurante l’Annunciazione e risalente al secolo XVI.

ROIO COLLE
Chiesa SS. Annunziata. La costruzione della chiesa della SS. Annunziata risale al 1178 ed ha le tipiche fattezze dell’architettura romanica. 

È realizzata con materiali di risulta di epoca romana e alto medievali. All’interno sono presenti elementi pittorici di epoca quattro-cinquecenteschi venuti alla luce coni lavori di restauro post sisma.

La riapertura della chiesa è stata affidata al Fai Delegazione dell’Aquila.

PACENTRO

Castello Caldora e Convento dell’Immacolata Concezione. Le prime notizie storiche relative ad un incastellamento a Pacentro risalgono al 951 d.C. 

Le forme attuali del castello sono il risultato di una serie d’interventi succedutisi nel tempo a partire dal XIII secolo. 

Il castello visse il suo momento di splendore sotto il dominio della famiglia Caldora, protagonista delle vicende storiche che videro avvicendarsi sul trono del regno di Napoli Angioini e Aragonesi.

SULMONA

Passeggiata tra le fontane storiche di Sulmona anche attraverso i versi di Ovidio.

Fontana Del Vecchio. La fontana risale al 1474 ed è stata voluta dal re Ferrante di Aragona. Della parte originaria restano la parte superiore con la transazione e il frontone semicircolare.

Fontana Iapasseri. La Fontana Iapasseri si trova nelle vicinanze del Ponte sul fiume Vella e del Ponte Capograssi, appena fuori le mura cittadine.

Raccoglie le acque sorgive provenienti da un polla ubicata nei pressi del Santuario di Santa Maria della Potenza, e riceve acqua da otto garguglie con getto miste tra mascheroni e teste leonine.

Fontana dell’Amore. La “fontana dell’amore”, celebrata da Ovidio è collocata ai piedi del Monte Morrone in prossimità dell’Abbazia di Santo Spirito e dell’Eremo di Sant’Onofrio, in un’area la cui sacralità è attestata anche dalla presenza del santuario di Ercole Curino

Stando alla tradizione, le sue particolari virtù si ricollegano alla memoria del poeta latino Ovidio autore degli Amores e dell’Ars Amandi che qui, in un luogo appartato poco distante dalla sua abitazione, avrebbe tenuto i suoi numerosi convegni amorosi con Corinna.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui