• Abruzzoweb sponsor

GRAN SASSO: PROVINCIA TERAMO, ''STATO FINANZI INTERVENTI'' E ''NO'' A SOSTANZE PERICOLOSE INFN

Pubblicazione: 03 maggio 2019 alle ore 16:35

TERAMO - Approvato all'unanimità dall'Assemblea dei Sindaci il documento proposto dal presidente della Provincia di Teramo, Diego Di Bonaventura, sulla questione legata al sistema Gran Sasso, dopo l'annuncio di chiusura del traforo deciso dal concessionario della autostrada A24, Strada dei Parchi. 

All'appuntamento, allargato alla partecipazione di Regione, istituzioni, parti sociali e associazioni ambientaliste, hanno risposto in tanti condividendo i contenuti del documento che verrà inviato ai cinque Ministeri interessati: Infrastrutture, Ambiente, Sanità, Sviluppo Economico, Ricerca e Università. 

La Provincia, nel suo documento - anche sulla base degli elementi venuti alla luce con l'inchiesta della Procura di Teramo, degli esposti degli ambientalisti e dei lavori del tavolo regionale istituzionale di cui hanno fatto parte anche Strada dei Parchi e Istituto di Fisica Nucleare - fissa una serie di obiettivi, tra i quali il varo immediato da parte dello Stato di finanziamento integrale degli interventi previsti dalla deliberazione di Giunta Regionale 33/2019; l'allontanamento delle sostanze pericolose dai laboratori del Gran Sasso; la perimetrazione delle Aree di Salvaguardia previste dall'Art.94 del D.lgs.152/2006; il rispetto dei vincoli imposti dalla normativa per nuove attività sperimentali nel Gran Sasso, evitando un aggravio di rischio per l'approvvigionamento idrico. 

Nel documento si chiede inoltre la nomina di un referente di Governo che coordini un tavolo di lavoro permanente cui far partecipare tutti gli enti a vario titolo competenti, comprese le associazioni e movimenti che in questi anni hanno evidenziato le criticità del sistema del Gran Sasso; procedure di progettazione e gara secondo le modalità più celeri, evitando la nomina di un commissario straordinario; la valutazione del Ministero delle Infrastrutture sul comportamento di Strada dei Parchi circa la chiusura dei tunnel; la valutazione di un eventuale commissariamento come ipotesi subordinata; la determinazione, da parte del Governo, del ristoro dei costi e del danno subito dal territorio teramano per la messa a scarico di 100 litri di acqua al secondo; la valutazione, anche con il coinvolgimento dell'Ingv e del Genio Civile regionale, delle condizioni dei laboratori e dei tunnel sotto l'aspetto del rischio sismico e dell'idoneità strutturale.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI:

GRAN SASSO: PEPE, ''SCONGIURARE CHIUSURA TRAFORO BATTAGLIA DI TUTTI''

TERAMO - Nel suo intervento in Provincia di Teramo, nel corso dell'assemblea dei sindaci convocata alla presenza di tutti i soggetti interessati per affrontare il delicato tema della paventata chiusura, a tempo indeterminato, del traforo del... (continua)

ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui