GRANDE FRATELLO: COCCIA ATTACCATO DA GIORNALE GOSSIP DOPO LA FINALE Abruzzo Web Quotidiano on line per l'Abruzzo. Notizie, politica, sport, attualitá.

DI PIU' METTE ALLA BERLINA IL PASSATO DELL'AQUILANO ELENCANDO CONDANNE
E DISAVVENTURE. INTANTO PROSEGUE ATTIVITA' FRENETICA DEL DOPO REALITY

GRANDE FRATELLO: COCCIA ATTACCATO
DA GIORNALE GOSSIP DOPO LA FINALE

Pubblicazione: 09 giugno 2018 alle ore 21:38

Simone Coccia Colaiuita

L'AQUILA - Dopo il successo arrivato con il Grande Fratello, il concorrente aquilano, Simone Coccia Colaiuta, torna con i piedi per terra e con i problemi che aveva lasciato prima di entrare nella case più spiata d'Italia.

Il primo forte attacco arriva da Rolando Repossi, giornalista del settimanale di gossip Di Più, che elenca una serie di denunce e condanne del fidanzato dell'onorevole Pd, Stefania Pezzopane. 

L'ex spogliarellista, arrivato quinto alla finale, si conferma il personaggio "più controverso e discusso, ma anche tra i più amati e seguiti della quindicesima edizione del Gf".

A pochi giorni dall'ultima puntata del reality condotto da Barbara D'Urso, i riflettori restano puntati su di lui che "nel bene o nel male" continua a far parlare di sé.

Nell'articolo il giornalista cita una serie di dati che avrebbe reperito negli archivi del tribunale dell'Aquila.

Tra "i casi" presi in esame, quello riguardante gli assegni di mantenimento che, secondo l'ex moglie Barbara Ippoliti, non avrebbe corrisposto al figlio Loris, come ribadito dalla donna proprio in un'intervista al settimanale Di Più e nel salotto della D'Urso.

Ipotesi smentita "documenti alla mano", dalla mamma di Coccia, Tiziana, che ha sempre difeso a spada tratta il figlio, come ha fatto del resto l'onorevole Pezzopane.

C'è poi la denuncia presentata dal vice presidente del Consiglio dei ministri, Matteo Salvini, leader della Lega, che ha deciso di portare l'aquilano in Tribunale per un post, considerato diffamatorio, scritto su Facebook nel marzo scorso.

Coccia in quell'occasione aveva tentato di distendere il clima, chiedendo scusa e ammettendo di aver sbagliato, ma Salvini ha preferito proseguire per altre vie, rifiutando "la stretta di mano".

Intanto, l'aquilano sta proseguendo il suo percorso al di fuori dalla casa più spiata d'Italia, con fan che lo fermano in ogni dove, chiedendogli un selfie o un autografo, le giornate in compagnia del vincitore del Gf, e suo grande amico, Alberto Mezzetti e un saluto agli amici di sempre della sua città, tutto riportato rigorosamente sulla sua pagina Facebook ufficiale. (a.c.p.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI:

OFFESE A MATTEO SALVINI, COCCIA COLAIUTA CHIEDE SCUSA: ''DIAMOCI STRETTA DI MANO''

L'AQUILA - "Faccio le mie scuse a Matteo Salvini, con il quale ammetto di aver commesso un errore. Magari riusciremo a darci una stretta di mano". Aveva offeso via Facebook, in occasione di una visita all'Aquila, il leader... (continua)

ALTRE NOTIZIE

  • Abruzzoweb sponsor
  • Belle d'Abruzzo
  • Belle d'Abruzzo
  • Belle d'Abruzzo
  • Belle d'Abruzzo
  • Belle d'Abruzzo
  • Belle d'Abruzzo
Radio L'Aquila 1
»   Ariete
»   Toro
»   Gemelli
»   Cancro
»   Leone
»   Vergine
»   Bilancia
»   Scorpione
»   Sagittario
»   Capricorno
»   Acquario
»   Pesci
FEEDS RSS
Feed Rss AbruzzoWeb
PERSONAGGI
AbruzzoGreen
 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui