• Abruzzoweb sponsor

QUINZI E VAVASSORI BATTUTI DA TESTA DI SERIE MARTIN E KOTOV. LIRIS: ''SETTIMANA DI FESTA, SPORT LINFA VITALE''. IANNINI: ''GRANDE RISPOSTA DELLA CITTA'''

GRANDE TENNIS L'AQUILA: GIOVANI SUGLI SCUDI, ESCONO ULTIMI 2 ITALIANI, RECORD PRESENZE

Pubblicazione: 21 agosto 2019 alle ore 21:26

L’AQUILA - "Per noi è una settimana di festa. Lo sport internazionale è linfa vitale per un territorio come il nostro, che ha bisogno di fiducia per rinascere definitivamente a dieci anni dal terremoto".

Le parole dell'assessore regionale allo Sport, Guido Quintino Liris, rendono l'idea dell'entusiasmo che si respira intorno agli Internazionali di Tennis Città dell’Aquila - Aterno Gas & Power Tennis Cup, che continua a registrare il pienone sugli spalti del circolo Tennis "Beppe Verna" dell'Aquila.

La terza giornata del Challenger targato MEF Tennis Events, è stata però segnata dall'uscita di scena degli ultimi due italiani in gara. Pierluigi Quinzi è statobattuto dallo slovacco Andrej Martin, testa di serie del torneo, con un secco 6-3 6-2. Fuori anche Andrea Vavassori, battuto da Pavel Kotov, con il punteggio di 6-2 7-6, in un match dalla durata di quasi due ore. Il russo classe '98 ha eliminato con merito il tenace piemontese, servendosi di un diritto violentissimo che, soprattutto nei momenti chiave dell’incontro, ha fatto la differenza.

Forte del best ranking di numero 255 del mondo, Kotov punta a quella che sarebbe la sua seconda finale di agosto, dopo quella raggiunta all'inizio del mese al Challenger di Segovia.

Avvincente anche il derby brasiliano, in cui Thiago Seyboth Wild classe 2000, ha esaltato il pubblico del Circolo Tennis Peppe Verna, avendo la meglio contro l’ex numero 21 del mondo, Thomaz Bellucci con il punteggio di 7-5 - 7-6 anche qui in quasi 2 ore di gioco.

L’ennesima prova convincente della stellina verdeoro, vincitore degli US Open Junior 2018 (in finale contro Lorenzo Musetti) e già tra i primi 350 giocatori della classifica ATP alla luce dei 3 titoli "pro" conquistati in carriera. Saluta L’Aquila anche un altro dei protagonisti del torneo: lo spagnolo Carlos Alcaraz Garfia, appena 16 anni, è stato sconfitto per 6-3 4-6 6-3 dal portoghese Frederico Ferreira Silva. Un’esperienza importante in ogni caso per il giovanissimo talento, allenato dal coach Juan Carlos Ferrero, ex numero 1 del mondo.

"Per me è un piacere frequentare il circuito Challenger in veste di allenatore - ha detto a fine partita Ferrero - . Ci siamo trovati benissimo in questo torneo: le manifestazioni di alto livello sono importanti per la crescita di Carlos, come giocatore e come uomo. Io gli do tanti consigli, ci confrontiamo giorno dopo giorno. È chiaro che il ragazzo debba ancora migliorare tanto, ma siamo sulla buona strada".

Poi il confronto tra il "suo" tennis e quello attuale: "Oggi le palline viaggiano ad una velocità superiore, e anche le racchette sono differenti. È fondamentale stare al 100% dal punto di vista fisico, per questo Carlos e tutti gli altri professionisti, sin da giovanissimi, si affidano a nutrizionisti ed esperti del settore. Quando iniziai a frequentare il circuito, intorno ai 18 anni, non avevo un team molto nutrito. La vita del tennista è cambiata parecchio".

Tira le somme della terza giornata Davide Iannini direttore del circolo tennis Beppe Verna. "Un bilancio straordinario - spiega Iannini - la risposta della città è ben al di sopra delle aspettative, ed è emozionante vedere un’affluenza di migliaia di persone, vedere tanti aquilani che tornano a vivere il centro storico, e scoprire magari questa struttura, con la possibilità di assistere a competizioni di altissimo livello".



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui