• Abruzzoweb sponsor

GRANDINATA 10 LUGLIO: 1,6 MILIONI DI EURO I DANNI PROVOCATI A FOSSACESIA

Pubblicazione: 14 agosto 2019 alle ore 14:13

CHIETI - Supera il milione e 600mila euro l’ammontare dei danni segnalati al Comune di Fossacesia dai cittadini e comunicati dagli uffici comunali competenti alla Regione, provocati dalla grandinata del 10 luglio scorso.

Nello specifico, i danni riportati alle abitazioni sfiorano i 700mila euro, quelli subiti dalle autovetture 700mila, alle attività produttive poco meno di 180mila e alle attrezzature e scorte sempre legati alle attività produttive ammontano a circa 59mila euro. Il sindaco di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio, nelle ore successive alla violenta grandinata, aveva subito chiesto alla Regione Abruzzo e al Governo nazionale il riconoscimento dello stato di calamità naturale.

“La Giunta Regionale – afferma il sindaco Di Giuseppantonio – nei giorni scorsi ha deliberato di richiedere al Presidente del consiglio dei Ministri, tramite il dipartimento della Protezione civile, la dichiarazione dello stato di emergenza a seguito degli eventi calamitosi del 10 luglio scorso. Ci auguriamo che la nostra richiesta ora venga accolta e si possa procedere al ristoro dei danni”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui